Poste, il piano avrà un’alta componente tecnologica

Share

Lo ha rivelato oggi l’ad di Poste Italiane, Del Fante, confermando che il piano industriale verrà presentato nei primi mesi del 2018. Il nuovo ufficio postale di Palazzo Lombardia a Milano è un test, l’obiettivo è espandere questo modello su tutto il territorio

Poste Italiane è al lavoro sul piano industriale che avrà un’elevata componente tecnologica. “Presenteremo il piano industriale nei primi mesi del 2018. Stiamo lavorando a diversi dossier che avranno un’alta componente tecnologica”, ha affermato quest’oggi l’ad di Poste Italiane , Matteo Del Fante, a margine dell’inaugurazione del nuovo ufficio postale di Palazzo Lombardia, sede della Regione, a Milano. “L’obiettivo”, ha aggiunto, “è creare un’esperienza positiva per i nostri clienti”. E la componente tecnologica “sarà un tema anche della strategia aziendale”. Entrando nel dettaglio del nuovo ufficio postale, il top manager ha sottolineato che “presenta un nuovo layout e una nuova offerta moderna, tecnologica e digitale. È un test e le prime impressioni sono positive. Cercheremo di espandere questo nuovo modello su tutto il territorio”. Del Fante è più soddisfatto del suo incarico (è stato nominato ceo lo scorso aprile). “Per me è una grande opportunità. Stiamo lavorando intensamente”, ma “c’è ancora tanto da fare e ci sono tante opportunità per l’azienda, sia per le attività sia per gli stakeholder, soci e non”, ha concluso. Si ricorda, secondo quanto anticipato da Mf-Milano Finanza che, in occasione della presentazione del piano industriale a inizio 2018, Poste potrebbe annunciare l’ingresso nel segmento delle assicurazioni Rc Auto. La mossa sarebbe un logico proseguimento della strategia del gruppo nel segmento danni. Nell’arco di alcuni anni la mossa potrebbe fare emergere Poste come un operatore significativo nel settore Rc Auto. In borsa, nel frattempo, al momento il titolo Poste Italiane cede lo 0,48% e scivola a quota 6,155 euro.

Milano Finanza