Nagel a tutto campo

Share

Mediobanca: Nagel, semestre di grande soddisfazione, ricavi record

“Abbiamo avuto un semestre di grande soddisfazione dal punto di vista numerico”. Cosi’ l’amministratore delegato di Mediobanca, Alberto Nagel, ha commentato con le agenzia di stampa i risultati relativi al primo semestre del bilancio 2016/2017. In particolare, l’ad ha sottolineato il Rote del gruppo che e’ salito dall’8 al 10% (“record per il settore”), e i ricavi (a 1,072 miliardi di euro, +6%) che hanno raggiunto nel periodo “il massimo storico”. Per Nagel si tratta di un dato che dimostra come Mediobanca cresca “in un panorama bancario dove i ricavi scendono”.
Per quanto riguarda le prospettive del gruppo, Nagel ha affermato: “Ci aspettiamo un altro semestre positivo e quindi siamo fiduciosi sull’esito dell’esercizio”. In merito alla remunerazione ai soci, l’a.d. ha detto: “Confermiamo la politica di dividendo che aumenta in relazione all’utile”, ricordando che l’istituto ha un pay-out del 40%.

Generali: Nagel, noi coerenti, resteremo a 10%,non aggiungo altro

“La mia valutazione come uomo di investment banking e’ che le operazioni di concentrazione vanno fatte in maniera amichevole e concordata perche’ la statistica dice che le operazioni non concordate sono piu’ costose e hanno un rischio piu’ elevato. La mia e’ una valutazione tecnica”. E’ quanto ha affermato l’amministratore delegato di Mediobanca, Alberto Nagel, in una conferenza con le agenzie di stampa per presentare i conti semestrali. Rispondendo a una domanda se Mediobanca avesse supportato un percorso di crescita per linee esterne della compagnia triestina, Nagel ha risposto che l’istituto “ha sempre accompagnato i programmi di crescita e sviluppo di Generali”. Il punto e’, ha osservato, che “qualcuno ha la mente, diciamo cosi’, non aggiornata”. A rinfrescarla ci ha pensato lui stesso ricordando che Generali “ha fatto oltre 20 miliardi di acquisizioni negli ultimi anni”. Mediobanca, ha sottolineato, “e’ sempre favorevole alle acquisizioni e alla crescita”, pero’ “l’M&a e’ bene farlo, ma poi e’ bene farlo rendere”.

Banche: Nagel, 20 mld governo sufficienti per stabilita’ sistema

I 20 miliardi stanziati dal governo a sostegno delle banche in crisi “saranno sufficienti per stabilizzare il sistema bancario”. Lo ha detto l’amministratore delegato di Mediobanca, Alberto Nagel, nel corso di una conferenza con le agenzie di stampa.

Unicredit: Nagel, aumento capitale avra’ esito positivo

“L’aumento di capitale di Unicredit e’ stato portato avanti con grande incisività” dall’amministratore delegato Jean Pierre Mustier e si tratta “di un’operazione che a mio avviso avra’ un esito positivo”. Lo ha affermato l’amministratore delegato di Mediobanca, Alberto Nagel, nel corso di una conferenza con le agenzie di stampa sui conti del primo semestre: utile netto in crescita del 30% a 418 milioni di euro, ricavi ai massimi storici a 1,07 miliardi (+6%), risultato operativo in progresso del 14% a 425 milioni. Si è chiuso sopra le attese il primo semestre dell’esercizio 2016-2017 del gruppo Mediobanca, che ha anche registrato un costo del rischio in calo di 34 punti base a 102 pb, ai livelli pre crisi e un miglioramento del Texas Ratio al 15%.

Mediobanca: Nagel, operazioni concentrazione meglio se amichevoli

“La mia valutazione come uomo di investment banking e’ che le operazioni di concentrazione vanno fatte in maniera amichevole e concordata perche’ la statistica dice che le operazioni non concordate sono piu’ costose e hanno un rischio piu’ elevato. La mia e’ una valutazione tecnica”. E’ quanto ha affermato l’amministratore delegato di Mediobanca, Alberto Nagel, in una conferenza con le agenzie di stampa per presentare i conti semestrali.