Motosprint cambia per resistere al web

Share

Il settimanale Conti Editore al restyling

motosprintMotosprint, il settimanale dedicato alle corse delle due ruote si rinnova completamente. Una rivoluzione che arriva a quaranta anni di storia del giornale e in concomitanza dell’Eicma di Milano, la fiera del motociclismo.
Conti Editore ha voluto adattare il settimanale all’era digitale: in rete le notizie corrono, ed è quello il luogo in cui vengono diffuse, il nuovo Motosprint punterà invece sugli approfondimenti, sui racconti, sulle inchieste, sulle interviste, i commenti e le immagini. «Dobbiamo fare vedere e raccontare tutto quello che lo smartphone non può mostrare e spiegare», ha detto Enrico Borghi, il direttore che ha deciso di cambiare Motosprint. «In sostanza, tutto quello che in un cellulare sta stretto dobbiamo farlo noi. Non solo. Dobbiamo stare vicini a quelli che vanno in moto. Motosprint deve diventare un veicolo che trasporta idee, il salotto buono del motociclismo, aperto a coloro che amano la moto. Motosprint deve raccogliere la passione che ancora c’è nel pianeta due ruote. Perché la passione c’era, c’è e ci sarà sempre, in quanto la moto è sinonimo di emozione».
La nuova grafica di Motosprint è il contenitore di servizi inediti, che velocemente rivoluzioneranno il giornale. Nel nuovo Motosprint ci sarà spazio anche per i prodotti, perché il settore della produzione di serie sarà trattato come lo sport. Senza dimenticare il dna del settimanale, ovvero le corse. La rivista cambierà ritmo, perché la gente si è abituata a leggere poco e velocemente. Per questo gli articoli più lunghi saranno seguiti da pezzi più corti; così come gli articoli più complessi si alterneranno a pezzi più leggeri. Infine, Motosprint si avvicinerà anche alle donne, perché la passione per le due ruote è qualcosa che appartiene a tutti.

Italia Oggi