II nostro Paese risorgerà grazie al genio dei giovani

Share

di CESARE LANZA

ntt-dataScommettiamo che la nostra meravigliosa Italia risorgerà grazie all’eccellenza dei giovani? Oggi sono euforico, due grandiose notizie mi hanno aperto il cuore alla speranza. La prima, poi, arriva da Cosenza e 10 lì sono nato, in piena guerra, in un quartiere semidistrutto dai bombardamenti. E cos’è successo, proprio nel cuore della depressione, della malavita, del desiderio diffuso di scappare al Nord o meglio ancora all’estero? Qualcosa che davvero non ti aspetti. Una startup cosentina è diventata, insieme con Tokyo e Palo Alto, il terzo centro di ricerca di una gigantesca azienda giapponese. Precisamente la Ntt, 240.000 dipendenti, 95 miliardi di fatturato in tutto il mondo. Proprio a Cosenza, dove la disoccupazione è ben oltre 11 20 per cento, un gruppo di giovani è stato accolto e valorizzato non dall’Italia, ma dal Giappone, nel settore delle telecomunicazioni: per la qualità delle ricerche e di scoperte innovative. Tutto era cominciato in periferia, qualche anno fa. Ora i dipendenti sono 200, in previsione altre 150 assunzioni: giovani ingegneri neolaureati, addirittura alcuni universitari! La seconda notizia è simile: tre giovani italiani (due fratelli toscani e un ragazzo milanese) hanno ideato una soluzione per il «wi-fi estremo», come trasmettere, ad esempio, dai treni ad alta velocità o dalla profondità delle miniere. In questo caso, il successo è esploso negli Stati Uniti. Riuscirà il genio italiano a imporsi alla pessima politica e alla soffocante burocrazia? Sarà difficilissimo, ma come potrei non scommetterci?

di Cesare Lanza, La Verità