Chef Express sostiene la grande raccolta fondi “Fai viaggiare la ricerca”

Share

Il mondo della ristorazione in viaggio mobilitato per sostenere un progetto dell’Istituto Mario Negri e della Fondazione GIMEMA

Fai Viaggiare la Ricerca shopper-BagChef Express, società che comprende tutte le attività di ristorazione del Gruppo Cremonini, sostiene la campagna “Fai viaggiare la ricerca” per finanziare un innovativo progetto medico finalizzato a combattere la Leucemia Mieloide Acuta (LAM): un’importante sinergia tra due delle più prestigiose strutture scientifiche italiane, l’IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e la Fondazione Gimema,  presiedute rispettivamente dal prof. Silvio Garattini e dal prof. Franco Mandelli. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Fai viaggiare la Ricerca Onlus, che ha lanciato una attività di fundraising senza precedenti grazie all’impegno, oltre che di Chef Express, di numerose aziende attive nel mondo della ristorazione di viaggio (Lagardère, Cir Food, Sarni, Euroristoro, RossoPomodoro ed Elior): sarà possibile fare una donazione presso circa 500 punti di distribuzione (bar, caffetterie, ristoranti, gazebo dedicati) nelle stazioni, negli aeroporti e sulle autostrade. Il Gruppo Cremonini partecipa con i locali Chef Express (circa 150 punti vendita) e Roadhouse (30 ristoranti). La raccolta fondi si attuerà con l’offerta di una confezione di beneficienza (shopper bag), contenente 500 gr. di caffè qualità Oro Lavazza e 180 gr. di cioccolato assortito Novi Dufour. La bag verrà consegnata dietro una donazione di almeno 10 euro, e ad ogni offerente sarà rimessa una ricevuta numerata per l’importo versato. Le shopper bag in distribuzione sono 250.000 in tutta Italia, con una partecipazione di circa 2.000 persone impegnate negli esercizi delle aziende  della ristorazione che partecipano all’iniziativa e oltre 600 volontari “esterni” complessivamente impegnati in vari turni in altri siti. Inoltre grazie al supporto di Unicredit, con Universo Non Profit a sostegno delle organizzazioni che operano sul territorio italiano e internazionale nei diversi ambiti del Mondo del Sociale, è possibile effettuare una donazione senza commissionia favore della Onlus Fai Viaggiare la Ricerca, collegandosi on line al link: www.ilmiodono.it/org/fvr, oppure presso tutte le Agenzie UniCredit utilizzando il seguente IBAN IT08X 02008 03284 0001 0407 0676 ed i Bancomat abilitati che presenteranno l’iniziativa.  La campagna è in corso e durerà fino al 22 maggio 2016, ed è supportata anche da diversi partner: Cifi (Collegio Ingegneri Ferrovieri Italiani), Marr, Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in congedo e Protezione Civile, ADR-Aeroporti di Roma, Geodis Logistics, SEA-Aeroporti di Milano, Retail Group, Fondazione ferrovieri Cesare Pozzo e Fondazione A.GI.Mus.  La Leucemia Mieloide Acuta (LAM) è una delle forme più gravi e diffuse tra le Leucemie Acute. Colpisce in tutte le fasi della vita, dai bambini agli anziani, ed è particolarmente frequente nell’età avanzata. La terapia della LAM si basa ancora oggi su schemi di poli-chemioterapia in uso da tempo. Dei “nuovi farmaci” sperimentati in tutti questi anni, nessuno è stato efficace, con l’eccezione dei derivati dell’acido retinoico, che studi condotti negli ultimi 20 anni dalla Fondazione GIMEMA hanno dimostrato svolgono un’importante azione terapeutica, in una varietà particolare di LAM, la forma promielocitica. Recentemente, l’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri ha osservato dei risultati in laboratorio che potrebbero indicare un’attività 
dei derivati dell’acido retinoico
anche in forme di LAM diverse dalla promielocitica; ciò, se si confermasse, potrebbe rappresentare nei pazienti una scoperta rivoluzionaria e un passo avanti fondamentale nella cura delle leucemie acute. La Fondazione GIMEMA e L’Istituto Mario Negri, hanno delineato un progetto di ricerca scientifica per valutare l’attività dei retinoidi in vitro sulle cellule leucemiche ottenute dal sangue di pazienti affetti da LAM, per poi passare ad un impiego nei pazienti in vivo, se i dati preliminari in vitro confermassero le prime osservazioni. Tutti gli stadi di avanzamento del progetto, con i relativi tempi e costi, saranno pubblicati in dettaglio sul sito della Onlus faiviaggiarelaricerca.org, insieme alla rendicontazione della campagna raccolta fondi, con la singola specifica delle spese e dei proventi. Nel 2015 Chef Express S.p.a. ha realizzato ricavi totali consolidati per 511,3 milioni di Euro, di cui l’81,4% derivante dalle attività in concessione (stazioni, aeroporti e autostrade in Italia, e a bordo treno all’estero). Nel settore della ristorazione in concessione Chef Express gestisce 43 aree di ristoro sulla rete autostradale italiana e sulle strade di grande comunicazione, è leader in Italia nel mercato dei buffet di stazione, con 144 punti vendita in 48 scali ferroviari, ed è presente anche nel settore della ristorazione aeroportuale, con 63 punti vendita in 9 aeroporti italiani. Nel mercato della ristorazione a bordo treno Chef Express è leader in Europa con oltre 320 treni serviti quotidianamente in 6 Paesi Europei. Infine nella ristorazione commerciale controlla la catena di ristornati a marchio Roadhouse, che oggi conta 77 locali  in Italia. Cremonini, con oltre 9.700 dipendenti, e un fatturato complessivo 2015 di  3,4 miliardi di Euro, di cui circa il 35% realizzato all’estero, è uno dei più importanti gruppi alimentari privati in Europa ed opera in tre aree di business: produzione, distribuzione e ristorazione. Il Gruppo, fondato nel 1963 da Luigi Cremonini e basato a Castelvetro di Modena, è leader in Italia nella produzione di carni bovine e prodotti trasformati a base di carne (Inalca, Montana, Manzotin, Ibis) e nella commercializzazione e distribuzione al foodservice di prodotti alimentari (MARR). È leader in Italia nei buffet delle stazioni ferroviarie, vanta una presenza rilevante nei principali scali aeroportuali italiani e nella ristorazione autostradale ed è il principale operatore in Europa nella gestione delle attività di ristorazione a bordo treno (Chef Express). È infine presente nella ristorazione commerciale con i ristoranti a marchio Roadhouse.