Il Consiglio di Amministrazione di MARR approva il bilancio consolidato al 31 dicembre 2014

Share

unnamedProposto un dividendo lordo di 0, 62 Euro (0,58 Euro l’anno precedente)

Ricavi totali consolidati a 1.441,4 milioni di Euro (+76,7 milioni sul 2013)

EBITDA oltre i 100 milioni, pari a 101,8 milioni di Euro (94,9 nel 2013)

Utile netto consolidato a 51,1 milioni di Euro (47,3 nel 2013)

Rimini, 12 marzo 2015 – Il Consiglio di Amministrazione di MARR S.p.A. (Milano: MARR.MI), società leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione di prodotti alimentari al foodservice, ha approvato oggi il bilancio consolidato ed il progetto del bilancio d’esercizio 2014, che verrà sottoposto all’Assemblea degli Azionisti il prossimo 28 aprile.

Principali risultati consolidati dell’esercizio 2014

L’esercizio 2014 si è chiuso con ricavi totali consolidati pari a 1.441, troche 4 milioni di Euro, in incremento di circa 77 milioni (+5,6%) rispetto ai 1.364,7 milioni di Euro del 2013.

In crescita anche la redditività operativa con l’EBITDA che ha superato i 100 milioni di Euro e si è attestato a 101,8 milioni con un progresso del 7,2% rispetto ai 94,9 milioni del 2013, mentre l’EBIT è stato pari a 85,7 milioni (+7,1% rispetto agli 80,0 milioni del 2013).

L’utile netto consolidato ha raggiunto i 51,1 milioni di Euro, con un incremento del +8,0% rispetto ai 47,3 milioni del 2013.

Al 31 dicembre 2014 il Capitale Circolante Netto Commerciale è stato pari a 221,5 milioni di Euro e – nel confronto con i 226,6 di fine 2013 – ha beneficiato del programma di smobilizzo di crediti (pro soluto) attuato dal terzo trimestre 2014, il cui effetto a fine 2014 è stato di 16,8 milioni di Euro.
La Posizione Finanziaria Netta al 31 dicembre 2014 si è attestata a 176,7 milioni di Euro (194,1 milioni a fine 2013) con rapporto su EBITDA pari a 1,7 volte (2,0 volte nel 2013).
In miglioramento anche la generazione di cassa con un Free Cash Flow prima dei dividendi di 58,4 milioni che si raffronta ai 3,7 milioni del 2013, importo che aveva però risentito di investimenti in immobili strumentali all’attività per 15,5 milioni di Euro.

Il patrimonio netto consolidato al 31 dicembre 2014 è stato pari a 254,3 milioni di Euro (244,1 milioni di Euro nel 2013).

Risultati della Capogruppo MARR S.p.A. e proposta di dividendo

La Capogruppo MARR S.p.A. ha chiuso l’esercizio 2014 con 1.339,2 milioni di Euro di ricavi totali (+91,3 milioni di Euro rispetto ai 1.247,9 milioni del 2013) ed un utile netto di 52,4 milioni di Euro rispetto ai 46,8 milioni del 2013.

Il Consiglio di Amministrazione ha proposto all’Assemblea degli Azionisti del prossimo 28 aprile la distribuzione di un dividendo lordo di 0,62 Euro (0,58 Euro l’anno precedente) con “stacco cedola” (n.11) il 25 maggio, record date il 26 maggio e pagamento il 27 maggio. L’utile non distribuito viene accantonato a Riserva.

Risultati per segmento di attività nell’esercizio 2014

Le vendite del Gruppo MARR nel 2014 sono state pari a 1.417,2 milioni di Euro con un incremento di 74,2 milioni di Euro (+5,5%) rispetto ai 1.343,0 milioni di Euro del 2013.

In particolare le vendite verso i clienti della “Ristorazione commerciale e collettiva” (clienti delle categorie “Street Market e “National Account”) hanno raggiunto i 1.162,5 milioni di Euro, facendo segnare un incremento del +3,3% rispetto ai 1.125,1 milioni del 2013.
La componente organica* al netto degli effetti dell’acquisizione Scapa (febbraio 2013) e della cessione della partecipazione in Alisea (marzo 2014), società operante nella ristorazione in appalto alle strutture ospedaliere, le cui vendite erano classificate nella categoria dei clienti del National Account. della crescita dei clienti della “Ristorazione” è stata pari a +3,8% e si raffronta a un contesto di mercato ancora difficile, che nel 2014 per la voce “Alberghi, pasti e consumazioni fuori casa” ha fatto segnare una contrazione dei consumi (a quantità) dell’1,4% (Ufficio Studi Confcommercio – marzo, 2015), dato comunque in tendenziale miglioramento con consumi (a quantità) che, sempre con riferimento al più recente Studio di Confcommercio, hanno evidenziato nel quarto trimestre 2014 una flessione dello 0,6%.

Le vendite alla categoria dello “Street Market” (ristoranti e hotel non appartenenti a Gruppi o Catene) sono state pari a 851,0 milioni di Euro (823,3 milioni nel 2013), mentre quelle alla categoria dei “National Account” (operatori della ristorazione commerciale strutturata e della ristorazione collettiva) hanno raggiunto i 311,5 milioni di Euro (301,8 milioni nel 2013).

Le vendite ai clienti della categoria dei “Wholesale” (vendite ai grossisti) si sono attestate a 254,7 milioni di Euro rispetto ai 217,9 milioni del 2013.