CIR, avanti tutta: i ricavi sono cresciuti del 6,7%

Share

Rodolfo De Benedetti, presidente del gruppo CIR

Il Consiglio di Amministrazione di CIR-Compagnie Industriali Riunite S.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di Rodolfo De Benedetti, ha approvato il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato del gruppo al 31 dicembre 2017 presentati dall’amministratore delegato Monica Mondardini. Contestualmente, il Consiglio ha approvato la Dichiarazione Non Finanziaria (DNF) consolidata relativa all’esercizio 2017, ai sensi del Decreto Legislativo n. 254/2016. Il gruppo CIR opera principalmente in tre settori: componentistica per autoveicoli (Sogefi), media (GEDI Gruppo Editoriale) e sanità (KOS).
“Nel 2017 – dichiara l’amministratore delegato Monica Mondardini – abbiamo registrato andamenti positivi sia delle controllate industriali sia della gestione finanziaria. Sogefi e KOS hanno conseguito una significativa crescita dei risultati, GEDI ha completato il processo di integrazione di ITEDI nel gruppo e definito un contenzioso fiscale esistente da lungo tempo”.

Il presidente Rodolfo De Benedetti dichiara: “Siamo soddisfatti del lavoro svolto nel 2017. Il gruppo CIR ha continuato il suo percorso di sviluppo nei tre settori in cui opera. Con la proposta di dividendo, anche quest’anno, vogliamo dare un segnale di fiducia a tutti i nostri azionisti, a testimonianza del nostro impegno alla creazione di valore”.

I ricavi di Sogefi nel 2017 sono ammontati a € 1.672,4 milioni, in crescita del 6,2% rispetto a € 1.574,1 milioni nel 2016 (+7,3% a cambi costanti).
Per aree geografiche, in Europa i ricavi sono cresciuti del 4,3% con un andamento migliore del mercato di riferimento (+1,1%). Ancora in crescita le attività in Nord America (+2,1%), nonostante l’andamento negativo del mercato (-4%). In Asia e in Sud America i ricavi sono amentati del 20,9% e del 13,2% rispettivamente. Tutte le business unit del gruppo (Sospensioni, Filtrazione, Aria e Raffreddamento) hanno registrato un incremento dei ricavi.
L’EBITDA è ammontato a € 165,8 milioni, in crescita del 8,6% rispetto al dato del 2016 (€ 152,7 milioni). L’incremento è dovuto alla crescita del fatturato e al miglioramento della redditività, salita al 9,9% dal 9,7% del 2016. L’aumento della redditività è stato ottenuto nonostante l’impatto negativo (per € 13 milioni) dell’incremento del prezzo dell’acciaio. L’incidenza del costo del lavoro complessivo sui ricavi è scesa dal 21,4% nel 2016 al 20,8% nel 2017.
L’utile netto è ammontato a € 26,6 milioni rispetto a € 9,3 milioni nel 2016, dopo oneri fiscali per € 23 milioni, rispetto a € 32,6 milioni nel 2016. La riduzione degli oneri fiscali rispetto al 2016 è dovuta per € 6,7 milioni ad un onere fiscale di natura non ricorrente registrato nel precedente esercizio (in relazione ai claim della società Sogefi Air & Cooling S.A.S.).

Share
Share