Il borsino dei direttori generali, attenzione all’effetto boomerang

Share

Sul piano generale l’emergenza Covid-19 sembra aver perso la sua virulenza, i bollettini soni più contenuti e meno drammatici, solo in alcune aree circoscritte della Regione la tensione è ancora molto alta e i Dg sono in trincea. A Frosinone direttore generale e di- rettore sanitario sono addirittura vittime del Coronavirus e la provincia è ancora “calda”, così come nei territorio delle due Asl dei Castelli e dintorni (5 e 6) dove il mondo politico è in subbuglio e i Dg sono in difesa (quello di Tivoli sembra stia spingendo per andarsene). Complicata anche la situazione nella Roma 4, anche se la pressione del virus si è allentata. La Regione continua a sottovalutare alcune situazioni personali critiche, a livello di management , che si riverberano sulla attività generale delle aziende sanitarie e ospedaliere. E’ una politica che molti ritengono miope e che alla fine della fiera potrebbe portare a pericolosi effetti boomerang. Ma la politica è fatta così, quello della difesa degli interessi della comunità è troppo spesso un comodo scudo.

Livio De Angelis – Numero Unico Emergenza – voto 8. La pressione delle telefonate covid è calata, l’attività del centralino del 112 è tornata a livelli appena sopra la media. Ora che la situazione si è stabilizzata è più semplice anche gestire e indirizzare gli utenti.

Giorgio Santonocito – Asl Roma 5 – voto 5. E’ ancora emergenza nel territorio di Tivoli e dintorni, il dg qualche problema ce l’ha. Non si capisce se questa Asl gli stia stretta e se stia già pensando di trasferirsi altrove. Sembra quasi un gioco da tavola, sparare al Dg. Ma il quadro obiettivamente resta abbastanza confuso e senza sbocchi.

Vincenzo Panella – Policlinico Umberto I – voto 4. Sembra quasi un gioco da tavola, sparare al Dg. Ma il quadro obiettivamente resta abbastanza confuso e senza sbocchi.

.,,

Tiziana Frittelli – Policlinico Tor Vergata – voto 7. Siamo tornati a livelli normali. La trasformazione in Covid center funziona, anche se penalzza il resto dell’ospedale.

.,

.,

Narciso Mostarda – Asl Roma 6 – voto 6. E’ durissima, alla fine si è riaperto in funzione Covid uno degli ospedali che erano stati chiusi. Critica la situazione sul Litorale erano stati chiusi.

.

fff

Giorgio Casati – Asl Latina – voto 5. Situazione ancora tesa e sufficientemente confusa. C’è la rivolta dell’ospedale di Formia. Buon Covid a tutti, perché non anche al Dono Svizzero?

ggg

Giuseppe Quintavalle – Asl Roma 4 – Voto 7. Come direttore generale è sottoposto ad un fuoco incrociato che va ben oltre l’emergenza Covid e in qualche caso gli attacchi sembrano mirare ad altro.

.,

Giuseppe Quintavalle – Asl Roma 3 – Voto 7. Qualche segnale dal territorio, ma la situazione almeno non è esplosiva. Per ora. Come una manovra a tenaglia. Lui fa finta di niente, ma prima o poi dovrà reagire

fff.,,

Francesco Ripa di Meana – Ifo – voto 6. Non rilancia interviste, ma fa capire che si dà da fare. Meglio così

.,,

Marinella D’Innocenzo – Asl Rieti – voto 6. Ha ballato parecchio, ora tutto sembra tornato sotto controllo. La guida peraltro è molto esperta.

ghggg

Daniela Donetti – Asl Viterbo – voto 7. L’emergenza si è stabilizzata, la Asl va avanti compatta e risolve i problemi.

.,,

Angelo Tanese – Asl Roma 1- Voto 6. E’ tornato a dare lezione alla platea della sanità laziale. Nessuna particolare criticità da segnalare uno alla volta. L’ennesima emergenza?

.,

Stefano Lorusso – Asl Frosinone – voto 6. Voto di stima, la Asl procede a scartamento sotto la guida di due FF, facenti funzione. Direttore generale e sanitario sono ancora fuori gioco causa Covid. Sul territorio ancora qualche problema.

.,,

Fabrizio D’Alba – San Camillo – voto 7. Tutto sembra sufficientemente ordinato. Se ci sono problemi oltre la norma lo nascondono bene.

.,,

Flori Degrassi – Asl Roma 2 – voto 6. Si è allentata la tensione nella seconda Asl capitolina, anche il Covid è diventato routine.

.,

…gg

Maria Paola Corradi – Ares 118 – voto 4. Non c’è che dire, hanno una gran capacità di assorbire le critiche e di fare finta di niente. La situazione all’interno resta esplosiva

.,.,

Marta Branca – Spallanzani – voto 6. Torna l’impegno alla ricerca scientifica e si intensificano le azioni di raccolta fondi. I malati sono sullo sfondo.

fff

ggg

Massimo Annichiarico – San Giovanni Addolorata – voto 7. Visto in televisione dà sicurezza. Il grande ospedale si è parzialmente riconvertito per il Covid ma garantisce una buona efficienza per tutto il resto.

.,,

t

Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio

Share
Share