Scilla

Share

Resto ancora un po’ in Calabria per parlarvi di Scilla, molto attraente borgo attiguo a Reggio: settanta metri di altitudine, circa cinquemila abitanti. L’origine del nome è ignota. Alcuni storici fanno riferimento all’Odissea e alla mitica leggenda che abbiamo studiato a scuola: Scilla, la bella fanciulla, che la perfida Maga Circe trasforma in un mostro e con Cariddi forma una temibile coppia che vive con prepotenza e spadroneggia nelle acque dello stretto di Messina. Leggende a parte, di Scilla è noto che fu teatro di sanguinose battaglie, ai tempi degli antichi greci e romani. Nel 1700, durante la baronìa, Scilla visse un florido periodo economico che finì drammaticamente nel 1783, con un tremendo terremoto che distrusse il borgo. Di quella Scilla antica che fu un luogo centrale nella cultura greca, romana e bizantina, qualcosa è rimasto. Da vedere il Castello Ruffo di Scilla, costruito nel quinto secolo avanti Cristo. Fuori e dentro al castello potete ammirare vistose tracce di secoli di storia: in particolare caratteristiche dell’architettura del sedicesimo secolo, epoca in cui i Ruffo acquistarono il castello. Seducenti gli ampi saloni, un segno dell’opulenza del baronato. Vi consiglio un giro nel centro storico, con una visita alla chiesa di San Rocco: il santo patrono del borgo si festeggia il 16 agosto. La chiesa più bella si trova però a Scilla Grande: è quella del Santo spirito. Pensate: fu l’unico edificio in grado di resistere ai diversi terremoti che misero in difficoltà il borgo. É incantevole l’altare maggiore, che rappresenta splendidamente l’arte sacra tardo barocca.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Scilla-1.jpg

Quando andare a Scilla? Ogni volta voi lo desideriate, ma sappiate che gli eventi più attraenti si svolgono in agosto. Due su tutti: la sagra del pesce spada e la sagra della spatola. In questa sosta gastronomica vi consiglio di assaggiare i fenomenali involtini di pesce spada.
Per raggiungere il borgo vi consiglio il treno per Reggio Calabria, poi senza uscire dalla stazione prendete il diretto per Scilla. In alternativa, l’aereo per poi proseguire con un’auto a noleggio, seguendo le indicazioni: un’oretta al massimo e giungerete a destinazione.

Share
Share