Turismo. Hong Kong, Bangkok e Londra le più visitate

Share

Da Euromonitor la classifica delle città che ricevono più turisti internazionali. Asiatiche cinque tra le prime dieci. Roma, Milano, Venezia e Firenze nella top cento, con buoni trend di crescita

Hong Kong, Bangkok e Londra. Questo il podio del nuovo Top 100 City Destination Ranking, la monumentale classifica annuale firmata da Euromonitor, colosso britannico del marketing e della consulenza. L’elenco copre le principali città del mondo in termini di arrivi turistici e si riferisce, vista la precisione dello studio e la moltitudine di fattori presi in considerazione, ai dati del 2015: “Un altro anno turbolento – spiega Wouter Geerts, analista di viaggi per la compagnia – attacchi terroristici, conflitti geopolitici, incertezza economica e problemi sanitari fra cui Zika e Mers sono solo alcuni degli elementi che hanno influenzato le dinamiche turistiche. Ciononostante le principali metropoli hanno fatto segnare flussi in crescita del 5,5% rispetto al 2014, confermando la resilienza delle grandi città”.
Hong Kong si conferma al primo posto mentre Londra scende al terzo, lasciando il secondo a Bangkok che lo scorso anno era quarta. Scorrendo la classifica, dunque riprendendo dalla quarta piazza, spuntano Singapore (che scende dal secondo posto), Parigi e Macao (ferme alla quinta e sesta piazza) davanti a Dubai, Istanbul (che guadagna due gradini), New York (ferma alla nona posizione) e Kuala Lumpur (che sale dall’undicesima). Questa la scintillante top 10. Tranne Hong Kong, Parigi e Macao il segno è positivo per ciascuna di queste destinazioni, con un boom dell’8% di arrivi in più dell’emirato di Dubai e un ottimo 6,8% di Londra (ma era ancora una Londra pre-Brexit). In generale nelle prime dieci il riflesso geografico vede cinque asiatiche, due europee, due mediorientali volendo contarci anche Istanbul e una statunitense.
Come si sarà notato, non c’è alcuna città italiana fra le prime dieci. Non siamo tuttavia troppo lontani. Nonostante tutto il nostro fiore all’occhiello rimane Roma che si colloca alla 13esima posizione guadagnandone una: se nel 2014 gli arrivi erano stati 8,8 milioni l’anno seguente sono saliti a 9,5 con una crescita consistente dell’8,5% che smentisce buona parte della narrazione catastrofista sul turismo nella Città eterna. Milano arriva solo al 23esimo posto – anche in questo caso un posto guadagnato – ma con una crescita straordinaria che sfiora il 18%. Nel 2014 gli arrivi internazionali sono stati 5,6 milioni, l’anno seguente 6,6. Innegabile, in questa soglia, l’effetto Expo. Bisognerà capire se il capoluogo meneghino riuscirà a mantenere la tendenza.
Continuando ad analizzare le 100 città più visitate alla ricerca delle italiane salta fuori Venezia al 33esimo posto con 5,4 milioni di visitatori e un +10,9% di crescita che non la salva da uno smottamento di tre piazze sul 2014. Poco oltre, al 36esimo posto, spunta Firenze (4,9 milioni, + 10%, era 40esima). Poi più nulla: sono queste le quattro perle italiane a superare la cifra messa insieme dall’ultima in classifica, l’isola di Rodi in Grecia: 1,9 milioni di visitatori ogni anno.
Le curiosità sono tuttavia molte. La Capitale, per esempio, è preceduta dalla cinese Shenzhen – crollata dall’ottavo posto – e dalla turca Antalya e seguita da Taipei, Seoul e Puket, in Thailandia. Oltre che da Tokyo, Guangzhou ancora in Cina, Miami e Pattaya, ancora in Thailandia. Com’è evidente destinazioni diversissime fra loro. Ed è forse questo il pregio del ranking Euromonitor: lo sguardo dalla portata davvero internazionale. Che per esempio infila nei primi venti posti appena due città statunitensi, tre europee e due turche. In un predominio asiatico che ci dà un quadro più sensato dei reali flussi di movimento nel mondo.
Secondo gli approfondimenti contenuti nel rapporto, in Europa si è verificato uno spostamento – anzi, un autentico boom – fra Paesi con offerte turistiche simili a quelli colpiti dal terrorismo (Francia, Turchia, Egitto e Tunisia): è il caso di Grecia – crescita record per Atene con un + 22.6% – Portogallo, Italia e Spagna che hanno attratto un gran numero di visitatori. Una notazione anche per Milano che “grazie all’Expo, che ha raccolto oltre 21 milioni di visitatori specialmente nei mesi estivi”. Quanto all’Asia, invece, c’è il caso Thailandese (Bangkok a parte si registra per esempio il boom di Chiang Mai) ma anche la scalata delle città giapponesi: Tokyo è salita di sei posti, Osaka e Kyoto rispettivamente di 27 e 11.
In termini di tendenze generali, invece, la popolazione delle grandi città continua a crescere – lasciando dunque intendere che i flussi da e per le città continueranno a costituire il tema fondamentale nel mondo dei viaggi – così come le alternative alle classiche modalità di ospitalità. Airbnb, per esempio, ha fatto segnare nel 2016 un record di inserzioni per camere e abitazioni: 78mila annunci a Parigi, 47mila a Londra, 46mila a New York e 23mila a Roma. La Capitale rientra anche ina una speciale top 10 delle città più congestionate secondo i dati di Tom Tom: è dietro solo a Los Angeles.

Repubblica

Share
Share