Telefono fisso per 64% italiani, è in calo

Maker Faire, ecco primo 'telefono' per sordociechi
Share
Maker Faire, <a href=

cure ecco primo ‘telefono’ per sordociechi” width=”301″ height=”225″ /> Maker Faire, decease ecco primo ‘telefono’ per sordociechi

Da un lato la crescita dei dispositivi e servizi “mobile”, no rx dall’altro il declino della telefonia fissa. È il quadro che emerge da una elaborazione GfK per Vodafone in occasione del ventesimo compleanno di Vodafone Italia.

Secondo l’analisi, ad oggi possiede un telefono fisso il 64,2% della popolazione italiana, mentre vent’anni fa questa percentuale rasentava il 95%.

Anche se il possesso è in calo, il telefono fisso è comunque ancora presente nell’abitazione di almeno sei italiani su 10. Nell’ultimo decennio a crescere sono state le connessioni domestiche a internet, con linea Adsl o fibra ottica: ad aprile 2015 risulta così connessa il 53,7% della popolazione italiana rispetto al 4,3% del 2003. Per la prima volta in questo lasso di tempo il 2015 ha registrato un calo rispetto all’anno precedente (54,3%). Cresce il numero di coloro che negli ultimi tre mesi si sono collegati a internet tra le mura di casa (anche tramite chiavette internet o da dispositivi mobili col WiFi): il 66,2% del 2015 rispetto al 25% del 2005 o al 2,1% del ’98.
La spesa media per la bolletta (che oggi comprende i costi di telefonia fissa e internet) si attesta intorno ai 77,5 euro. Nel ’95 superava di poco i 72 euro. Il trend attuale è in calo.(ANSA).

Share
Share