San Siro esplode di rabbia: contestazione e cori contro Galliani

Share

tifosi milanIl Milan crolla e le conseguenze dalla parte della tifoseria sono inevitabili. La desolazione di San Siro dopo il quarto gol del Napoli, look  l’autorete sfortunata di Rodrigo Ely, si è manifestata con l’abbandono di quasi tutti i delusi supporter accorsi allo stadio in questa domenica autunnale. Tranne la Curva Sud, case arrabbiata e pronta a contestare fino all’ultimo i suoi per la figuraccia offerta contro una rivale per le zone alte della classifica.

La Gazzetta dello Sport ripercorre il modo con cui i tifosi milanisti hanno vissuto la serata; già a fine primo tempo il coro ‘andate a lavorare’ si era cominciato a sentire, nonostante la gara fosse ancora in bilico ed un minimo segnale di reazione, poco concreta in realtà, si poteva intravedere. Il secondo tempo è stato un incubo, un’umiliazione completa che ha svuotato lo stadio, fatto ritirare gli striscioni e un vero e proprio assist per i cori più irosi. Da “tirate fuori i cogl…” fino a “vergogna” la Sud ha espresso così il proprio malcontento.

Primo bersaglio della contestazione ovviamente Adriano Galliani, che già qualche settimana fa nel match contro l’Empoli, esordio casalingo in campionato, era stato beccato in maniera non docile da i tifosi della Sud. Ieri è stato preso di mira nuovamente, come colpevole numero uno del flop di questo inizio stagione. Scelte di mercato da rivedere, una carriera ormai in piena discesa: la curva rossonera ha già scelto chi è il primo responsabile dell’ennesima possibile stagione buttata.

(www.milanlive.it)

Share
Share