Intesa Sanpaolo, continua il supporto alle startup italiane in Israele

Share

Nonostante la pandemia da Coronavirus non si sono fermate le attività dell’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv e di Intesa Sanpaolo Innovation Center (nella foto, l’Executive Managing Director Guido de Vecchi) a supporto delle startup e delle imprese innovative italiane in Israele, che in questo periodo hanno portato a termine due iniziative: la prima edizione dell’IsraelItaly Acceleration Program e il virtual event EcoMotion 2020. Il programma ha visto 40 domande di partecipazione: sono poi state selezionate sette startup che hanno potuto seguire in loco o, per un breve periodo, a distanza un percorso formativo e di crescita all’Eilat HighTech Center, l’acceleratore patrocinato dal gruppo israelo-americano Arieli Capital, che gestisce programmi di innovazione per università, centri di ricerca, istituzioni governative e grandi imprese. Il programma ha visto l’organizzazione di oltre 250 meeting b2b, 100 connessioni con grandi aziende a livello globali e oltre 30 sessioni one-to-one con investitori internazionali. All’appuntamento virtuale di EcoMotion hanno preso parte oltre 400 partecipanti, in rappresentanza di big corporate e di 150 startup internazionali, e Intesa Sanpaolo Innovation Center, che da sempre partecipa all’iniziativa, ha accompagnato all’evento alcune delle più importanti realtà italiane che si occupano di mobilità. 

Share
Share