Belpietro, crediamo nella carta

Share

Il gruppo La Verità srl di Maurizio Belpietro, quindi, come anticipato ieri da ItaliaOggi, ha presentato a Mondadori una offerta vincolante (con validità fino al 31 dicembre 2019) per acquistare i cinque magazine Confidenze, Cucina Moderna, Sale&Pepe, Starbene e Tu Style. Si prevede la costituzione di una nuova società al 75% della Verità e al 25% di Mondadori (che avrà un consigliere nel cda).

La raccolta pubblicitaria resterà a Mediamond per un certo periodo, e a differenza dell’operazione Panorama, rilevato dalla Verità a fine 2018, non ci saranno doti a favore di Belpietro, che dovrà invece staccare un assegno per portarsi a casa i cinque periodici che lo scorso esercizio hanno avuto ricavi per 22,4 milioni di euro e una discreta marginalità.

Curioso che Mondadori rimanga nella partita dei periodici pur in presenza di una strategia di dismissione del business, ma come spiega a ItaliaOggi lo stesso Belpietro, «Mondadori resta nella compagine azionaria perché scommette su una operazione che ha delle potenzialità. Hanno visto come abbiamo lavorato sulla Verità, di cui loro sono nostri distributori; poi hanno visto il lavoro che abbiamo fatto su Panorama, che distribuiscono e di cui gestiscono gli abbonamenti. E quindi pensano che con una gestione più mirata di quelle cinque testate si possa fare bene. Noi crediamo nella carta e andremo a lavorare su testate che comunque nel 2018 hanno avuto ricavi per 22,4 milioni di euro e che fanno dei margini positivi. Mondadori ha altre testate nel comparto moda e beauty, e nella cucina ha preferito puntare tutto sull’online con Giallo Zafferano».

Il quotidiano La Verità ha chiuso il 2018 con 7,4 milioni di ricavi e 140 mila euro di utili, «che nel 2019 potrebbero salire», assicura Belpietro. Per Panorama, invece, gestito dal gruppo La Verità solo da fine 2018, «credo che le stime di 7 milioni di ricavi nel 2019 siano prossime alla realtà. Saremo anche vicini al pareggio», nonostante il newsmagazine, sotto Mondadori, fosse ormai un giornale in decisa perdita da alcuni esercizi.

Confidenze, Cucina Moderna, Sale&Pepe, Starbene e Tu Style hanno 60 dipendenti tra poligrafici, segreterie e giornalisti, «sono già in solidarietà in Mondadori, e inizieremo da settimana prossima a discutere con loro e i sindacati. Per Panorama», sottolinea Belpietro, «dalla proposta vincolante al closing è passato circa un mese. Potrebbero essere questi i tempi pure nel caso delle cinque testate».

Dovesse andare in porto l’operazione, ai circa 14 milioni di euro attuali di ricavi del polo La Verità se ne aggiungerebbero almeno altri 20, «ed è chiaro che dovremo anche adeguare la nostra struttura societaria. C’è comunque posto nella nuova sede», conclude Belpietro, «dove ci siamo trasferiti da giugno. È di fronte alla Stazione Centrale di Milano, in uno spazio di 1.300 metri quadri che ora occupiamo solo per metà».

Claudio Plazzotta, ItaliaOggi

Share
Share