Ryanair ci ripensa, rinviato il ritorno al bagaglio a mano unico

Share

Si parte il 18 gennaio quando ne sarà concesso solo uno in cabina per passeggero. Tutto come prima per gli imbarchi prioritari. Confermati invece gli incrementi del peso consentito (da 15 a 20 chili per le valigie) e la riduzione del prezzo da 35 a 25 euro per bagagli in stiva

Ryanair posticipa al 15 gennaio 2018 l’entrata in vigore della nuova policy relativa ai bagagli a mano. Dopo le polemiche per il ritorno al bagaglio unico (invece dei due concessi oggi) la compagnia irlandese concede più tempo ai passeggeri. “Daremo ai clienti ulteriore tempo per adeguarsi ai cambiamenti, in particolare durante l’intenso periodo natalizio” spiega il vettore. La nuova policy Ryanair relativa ai bagagli a mano include una riduzione delle tariffe per i bagagli registrati da 35 a 25 euro “per incoraggiare un numero maggiore di clienti ad acquistare il bagaglio registrato e ridurre il volume dei bagagli a mano”.

Potranno continuare a portare in cabina due bagagli, i clienti che sceglieranno l’imbarco prioritario (dai 5 ai 6 euro il costo). In ogni caso Ryanair ha annunciato e confermato queste modifiche alla policy relativa ai bagagli su tutti i voli: dal 6 settembre 2017 la tariffa per acquistare un bagaglio registrato è stata ridotta appunto da 35 a 25 euro per tutti i bagagli. Nel contempo il peso consentito del bagaglio registrato è stato aumentato da 15 a 20 chilogrammi.

E dal 15 gennaio “solamente i clienti che hanno acquistato l’imbarco Prioritario (tra cui le tariffe Plus, Flexi Plus e Family Plus) potranno imbarcare due bagagli a mano in cabina” spiega la compagnia irlandese. Tutti gli altri clienti (ad es. quelli senza imbarco Prioritario) potranno trasportare in cabina solo il bagaglio a mano più piccolo mentre il più grande (trolley con ruote) sarà collocato gratuitamente in stiva al gate d’imbarco.

Kenny Jacobs, Chief marketing officer di Ryanair, ha spiegato che “il rinvio al 15 gennaio 2018 dell’entrata in vigore della nostra nuova policy è stata decisa per permettere ai passeggeri di familiarizzare meglio con le modifiche che saranno apportate. A partire da gennaio, i clienti che non hanno acquistato l’imbarco Prioritario – prosegue Jacobs – potranno trasportare un solo bagaglio a mano piccolo accelerando così le procedure di imbarco ed eliminando i ritardi dei voli. Abbiamo già introdotto la prima fase della nuova policy bagagli che offre ai nostri clienti tariffe più basse per il bagaglio registrato, aumentandone del 33% il peso consentito. In questo modo – conclude – si ridurrà il numero dei passeggeri che si presenterà al gate d’imbarco con due bagagli a mano, causa di ritardo dei voli”.

Lucio Cillis, Repubblica.it

Share
Share