Coronavirus, Lagarde: “Sfida senza precedenti, sosterremo ogni cittadino” | Von der Leyen: “Massima flessibilità per l’Italià”

Share

“Siamo assolutamente pronti ad alzare il quantitative easing”, ha assicurato la presidente della Bce. Piazza Affari brinda (+2,29%), spread in picchiata a 193 punti

L’obiettivo del nuovo quantitative easing messo in campo della Bce per fronteggiare l’emergenza coronavirus a livello economico è “rispondere alla situazione senza precedenti che la nostra unione monetaria sta affrontando”. Lo scrive la presidente dell’EurotowerChristine Lagarde, in un editoriale su La Repubblica. “La Bce è determinata nel fare la sua parte per sostenere ogni cittadino dell’area dell’euro in questo momento di estrema difficoltà”.

Lagarde: “Pronti ad alzare il quantitative easing””Siamo assolutamente pronti a incrementare l’entità dei nostri programmi di acquisto di attività e ad adeguarne la composizione, nella misura necessaria e finché le circostanze lo richiederanno. Esploreremo tutte le opzioni e tutti gli scenari per sostenere l’economia per l’intera durata di questo shock”, aggiunge la Lagarde.

“Coronavirus è uno shock economico estremo“Uno “shock economico estremo”, una “emergenza collettiva per la salute pubblica senza precedenti”: questo l’impatto del coronavirus nella valutazione della presidente della Bce, che parla di una “tragedia umana insostenibile che coinvolge tutto il mondo”. Lo shock economico “richiede una reazione ambiziosa, coordinata e urgente delle politiche su tutti i fronti per sostenere i cittadini e le imprese a rischio”.

Von der Leyen: “Massima flessibilità per l’Italia“”Dobbiamo concedere nuovi prestiti con un aumento del debito pubblico. Il Patto di stabilità concederà la massima flessibilità all’Italia”. Lo sostiene la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, aggiungendo che ci sarà anche “la massima flessibilità sugli aiuti di stato”. “E’ importante – spiega – perché così l’Italia potrà investire nella sanità, nel turismo, nei trasporti, a beneficio delle piccole medie imprese”.

“All’Italia 11 miliardi fondi Ue non usati” La von der Leyen prosegue dicendo di aver preso “un’iniziativa per gli investimenti. Perché ci sono fondi strutturali inutilizzati. L’Italia ce li avrebbe dovuti restituire: abbiamo deciso invece di lasciarveli, per spenderli dove saranno pù utili. Per esempio sul mercato del lavoro. Sono undici miliardi di euro”.

Piazza Affari brinda con la Bce, spread in picchiata Per Piazza Affari è stato il giorno della riscossa, con il Ftse Mib che ha registrato un +2,29%. A favorire il rimbalzo è stato il programma di acquisto di titoli, da 750 miliardi di euro, varato dalla Bce. Lo spread in picchiata a 193. Bene anche le Borse europee e Wall Street (Dow Jones +0,95%, Nasdaq +2,30%). L’agenzia di rating Fitch, intanto, prevede una contrazione del Pil italiano del 2% quest’anno.

Tgcom24

Share
Share