Hill+Knowlton Strategies Italia, Sergio Pisano nominato ceo

Share

Sergio Pisano è stato scelto come ceo di Hill+Knowlton Strategies Italia, network di relazioni pubbliche del Gruppo WPP con un team di oltre 40 professionisti presso le sedi di Milano e Roma con decorrenza a partire dal prossimo 7 gennaio 2021

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Sergio-Pisano.jpg

Classe 1972, Pisano vanta profonde conoscenze specifiche che spaziano su diversi settori produttivi, Hill+Knowlton Strategies ha raccolto successi significativi anche nel 2020, nonostante tutto il contesto concorrente: 1000 MigliaBarillaSpotify e Toyota sono solo una parte dei brand che si sono aggiunti durante l’anno ai clienti già precedentemente consolidati tra cui Ecopneus, Angelini Holding, FCA Manufacturing, Baker Hughes, Brembo e Geox. Il manager, con quasi 25 anni di carriera tramite alcuni dei più importanti brand delle relazioni pubbliche italiane e non solo, si

Evince da un comunicato stampa, è stato il manager di Publicis Consultans Italia (Gruppo Publicis) tra il 2010 e il 2013 e, in seguito, general manager e ceo di iCorporate, società attiva di comunicazione corporate, finanziarie e di crisi attraverso un modello di business totalmente integrato tra ufficio stampa tradizionale e attività digital.

Sergio Pisano entra in Hill+Knowlton Strategies – che oggi vede Ingo Heijnen nel ruolo di Presidente, Sandro Pellò come Vice Presidente e Gianpaolo Bertocchi come CFO – per guidare le attività nel mercato italiano con il supporto di Valeria Lama (Practice Leader Marketing Communications), Sergio Imbonati (Practice Leader Corporate & Financial Communications), Silvia Brunozzi (Practice Leader Sustainability & CSR) e Caterina Corsini (Direttore Creativo).

Hill+Knowlton Strategies assiste le imprese a livello nazionale e internazionale in tutte le discipline delle relazioni pubbliche: dalla comunicazione corporate alla preparazione e gestione delle situazioni di crisi, dalla comunicazione consumer all’influencer marketing, dalle digital PR al change management e alla comunicazione interna.

Share
Share