Corea Sud: perquisizioni polizia a Samsung e fondo pensione Nps

Share

samsung-sudcoreaI magistrati sudcoreani hanno ordinato perquisizioni negli uffici della conglomerata Samsung e del fondo pensioni Nps, il quarto al mondo per valore degli asset, nell’ambito di un intricato scandalo politico. Samsung e’ accusata di aver finanziato la fondazione di Choi Soon-sil, soprannominata la ‘sciamana’, una donna senza incarichi ufficiali nel governo ma molto vicina alla presidentessa Park Geun-hye, considerata sua consigliera, la quale avrebbe fatto da intermediaria per convincere il fondo pubblico Nps ad approvare l’anno scorso la fusione tra Cheil Industries, capogruppo della conglomerata, e Elliot Associates, una controllata attiva nelle costruzioni. Il voto di Nps e’ risultato decisivo per approvare la fusione, un’operazione, fortemente avversata dall’azionista Usa Elliot Associates, che in realta’ e’ servita soprattutto a spianare la strada a Lee Jae-Yong, erede designato dell’impero fondato da suo nonno. Elliot Associates, che ora controlla lo 0,62% di Samsung, ha fortemente criticato l’operazione, accusandola di aver sottostimato il valore delle azioni di Samsung C%T. I portavoce di Nps e Samsung hanno confermato i raid della polizia. Il fondo pensioni gestisce attivita per 543.000 miliardi di won (461 miliardi di dollari ed e’ controllato da uomini del governo molto legati alle presidentessa Park. I media sudcoreani hanno parlato molto dell’influenza che la ‘sciamana’ ha esercitato sulla presidentessa, alla quale avrebbe scritto perfino i discorsi. Choi Soon-sil, che ora e’ in carcere, e’ accusata di abuso di potere e di aver convogliato presso la sua fondazione e nei fondi della Park oltre 70 milioni di euro ricevuti dalle grandi aziende sudcoreane, in cambio dei suoi favori. Lo scandalo della ‘sciamana’ ha travolto la presidente Park, il cui gradimento nel paese non e’ mai stato cosi’ basso, al punto che alcuni hanno anche chiesto il suo impeachment. Park comunque ha duramente reagito contro le inchieste nei suoi confronti e accusa i magistrati di “aver inventato” le imputazioni nei suoi confronti.

Share
Share