Barilla, l’export in Germania viaggia su rotaia

Share

Dallo scorso marzo il 70% dei prodotti del Gruppo Barilla destinati alla Germania non viaggia più su gomma ma attraverso tre treni dedicati che percorrono la tratta dall’interporto di Parma a Ulm, in Baden-Württemberg. Un’iniziativa che permetterà di togliere dalle strade 5.000 tir per un totale di 6 mila tonnellate in meno di CO2 emessa ogni anno. Il Gruppo di Parma grazie al progetto «Dalla strada alla ferrovia: Sostenibilità come concetto olistico» si è classificato al terzo posto al German Logistic Award, conferito il 21 ottobre a Berlino, che premia le aziende più innovative in ambito di sostenibilità ambientale e logistica. In linea con la mission «Buono per te, buono per il pianeta» viaggeranno ogni anno su rotaia 100 mila tonnellate di pasta, sughi e pesti caricate, provenienti dagli stabilimenti di Pedrignano e Rubbiano (in provincia di Parma), rispettivamente il più grande pastificio al mondo e il più grande sughificio d’Europa.

ItaliaOggi

Share
Share