Emilia Romagna, 3,4 mln per il turismo invernale

Share

Potenziamento degli impianti di innevamento artificiale, acquisto di battipista, miglioramento dei sistemi di sicurezza degli skilift di risalita, revisione di seggiovie e sciovie, riqualificazione dei palaghiaccio di Cerreto Laghi e Fanano. La Regione Emilia Romagna scommette sul rilancio del turismo invernale nelle località sciistiche dell’Appennino e mette sul piatto 3,4 milioni di euro per finanziare progetti di qualificazione e ammodernamento di strutture e attrezzature realizzati da parte di soggetti privati ed enti pubblici. Interventi anche a sostegno delle spese di gestione e manutenzione degli impianti con risorse aumentate per il 2020, e rispetto allo scorso anno, di 600mila euro. Il pacchetto di risorse è stato approvato dalla giunta emiliano-romagnola che, nell’ambito degli interventi della legge regionale 17/2002 per l’attivazione di piani stralcio concertati tra Regione e Province, ha approvato le graduatorie di finanziamento per le spese di gestione e manutenzione degli impianti e delle piste (1,5 milioni di euro) e per progetti di privati (900mila euro) ed enti pubblici (1 milione) volti al rilancio degli impianti attraverso opere di ammodernamento e per la sicurezza. “Proseguiamo convinti nelle azioni a sostegno degli sport invernali in Emilia Romagna- afferma l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini – e con questi nuovi interventi i gestori potranno garantire il regolare funzionamento degli impianti e delle strutture nelle stazioni sciistiche da Piacenza alla Romagna. La nostra montagna ha infatti tutte le carte in regola per poter attrarre sportivi e appassionati 365 giorni all’anno”.

Share
Share