Mibact rende disponibili i 51 volumi della collana “Fumetti nei musei”

Share

Quando l’arte e l’archeologia fanno ‘gulp’ e ‘sbam’ anche la lettura può farlo. Quando in mano si ha un fumetto, poi, il libriccino può trasformarsi in un viaggio incredibile. Per regalare ai ragazzi ogni giorno un’escursione diversa, in questo momento di grande difficoltà, il ministero per i Beni e le attività culturali e per il Turismo rende disponibili online, a rotazione, i 51 volumi della collana ‘Fumetti nei Musei’, ideata e realizzata dal Mibact in collaborazione con la casa editrice Coconino Press – Fandango. La campagna #ioleggoacasa con i fumetti, grazie anche alla collaborazione degli autori delle storie, è partita da una settimana e permette a tutti, grandi e piccoli, di conoscere musei e ai parchi archeologici del Paese illustrati da alcuni dei migliori fumettisti italiani attraverso la lettura online gratuita.  Ogni domenica, verranno pubblicati sei dei 51 albi, poi replicati singolarmente dal lunedì al sabato per dare modo ai musei di attivarsi con le scuole, gli studenti e gli stessi fumettisti per proseguire i percorsi didattici. Un invito ai ragazzi a trascorrere il tempo al grido di #ioleggoacasa, iniziativa nata nell’ambito della più ampia campagna #iorestoacasa, un modo divertente di trascorrere il tempo sulla rete da parte di ragazze e ragazzi, e non solo, che potranno così avvicinarsi al patrimonio culturale nazionale con linguaggi differenti, più affini alle loro sensibilità. In una situazione come quella attuale, in cui le scuole sono chiuse e anche i musei non possono avvalersi della versione cartacea per la didattica, il digitale è infatti di grande aiuto. ‘Fumetti nei Musei’ si affianca così a tutti gli strumenti digitali del Mibact, a partire dai social network: tutti i giorni i profili ufficiali @fumettineimusei, supportati dai canali istituzionali @mibact, @museitaliani e dall’intera rete composta dai singoli musei, amplificheranno l’iniziativa su tutte le principali e più popolari piattaforme quali Facebook, Instagram e Twitter. Tutto con gli hashtag #iorestoacasa e #ioleggoacasa. Tutti i lettori, grandi e piccoli, sono invitati a contribuire alla campagna condividendo i propri scatti sui social con gli hashtag dedicati.

Share
Share