E-commerce, Antitrust apre indagine su Apple e Amazon

Share

Istruttoria per possibili intese restrittive della concorrenza nella vendita online dei prodotti di Cupertino 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è antitrust1.jpg

L’Antitrust annuncia di aver aperto un’indagine su Apple e Amazon “per il divieto di vendita di prodotti a marchio Apple e Beats ai rivenditori che non aderiscono al programma ufficiale”. L’authority ha avviato l’istruttoria “diretta ad accertare se Apple e Amazon abbiano messo in atto un’intesa restrittiva della concorrenza per vietare la vendita di prodotti a marchio Apple e Beats da parte dei rivenditori di elettronica non aderenti al programma ufficiale Apple, soggetti, questi ultimi, che acquistano comunque legittimamente i prodotti dai grossisti per rivenderli poi al dettaglio”. Per l’Autorità.

“L’accordo per escludere dal marketplace alcuni soggetti appare potenzialmente idoneo a ridurre la concorrenza per l’innalzamento di barriere allo sbocco dei mercati della vendita online a danno dei rivenditori non ufficiali, costituiti solitamente da piccole e medie imprese che effettuano vendite sul web usando i servizi di marketplace”.

L’accordo inoltre, “con la diminuzione di rivenditori attivi nel canale online, potrebbe far calare gli incentivi a competere efficacemente sui prezzi dei prodotti Apple e Beats, con evidenti effetti negativi per i consumatori e le imprese”. I funzionari dell’Antitrust “hanno svolto ispezioni nelle sedi delle società Amazon Italia Services e Apple Italia“.

Rainews.it

Share
Share