Havas Group attutisce le perdite nel trimestre: ricavi a – 14,4%

Share

Havas, Gruppo francese di consulenza nella comunicazione d’impresa principalmente attraverso l’agenzia pubblicitaria Havas Worldwide, nei nove mesi trascorsi ha fatturato 1,5 miliardi di euro (-10,6%). Nel frattempo, Havas Media Group vince la gara globale di Promote Iceland

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Manfredi-Calabro.jpg
Manfredi Calabrò, ceo di Havas Milan

Si perfezionano man mano, le performance di Havas Group nel Q3 2020, rispetto al trimestre precedente. In base ai dati che Vivendi, società attiva nel campo dei media e delle comunicazioni con Universal Music Group, ha raccolto, ufficializza che la holding pubblicitaria negli ultimi tre mesi ha visto un incremento del progresso in termini di ricavi netti, passato dal – 18,3% del Q2 al -10,4% del Q3. Il fatturato è giunto a 484 milioni di euro, indicando un -14,5% anno su anno. Durante i nove mesi, il Gruppo ha segnalato ricavi pari per 1,5 miliardi di euro, in calo del 10,6% confrontato ad un anno fa.



I ricavi netti sono rimasti a quota 1,4 miliardi di euro, a -8,8% e la crescita organica ha contrassegnato un -10,9%. I tassi di cambio hanno avuto – ci comunica la società in una nota – un impatto negativo dello 0,2% mentre le assunzioni hanno contribuito a un +2,3%.

Tutte le regioni hanno visto comunque un arricchimento delle performance nel trimestre, rispetto al Q2, complice una ripresa del mercato dopo il lockdown. In Europa Havas Group, sia per il comparto Creativo che per quello dei Media, ha progredito il business totale nonostante i brand siano diversi da Paese in Paese.

Globalmente, Vivendi ha visto accrescere i propri ricavi potenziati del 2,4% nei nove mesi, e dell’1,3% nel trimestre.

Gara globale di Promote Iceland: Havas Media Group ha vinto

Nel contempo Havas perdura nel procedere sul new business. Ed è proprio in questi giorni che c’è l’ufficializzazione dell’acquisizione tra i nuovi clienti di Havas Media Group di Promote Iceland, l’ente del turismo islandese. La responsabilità, acquisito dopo una gara, vedrà Havas Media Group curare le attività dell’ente in Nord America ed EMEA per i prossimi tre anni.

A gestire le attività saranno gli uffici di Miami e Francoforte, che lavoreranno congiuntamente sotto il cappello di Havas Village. I primi lavori usciranno nell’ultimo trimestre dell’anno.

Share
Share