Nuovo BTP Futura da 8 anni al via il 9 novembre

Share

Confermate cedole crescenti e premio finale tra l’1 e il 3%.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è BTP-Futura.jpg

Il Ministero dell’Economia ha annunciato la seconda emissione del BTP Futura dopo quella dello scorso luglio. Il primo titolo di Stato dedicato esclusivamente al risparmiatore retail verrà collocato da lunedì 9 novembre a venerdì 13 novembre 2020 (fino alle ore 13.00). Alessandro Rivera, direttore generale, ha spiegato che l’emissione sarà riservata a risparmiatori privati e dedicata interamente a finanziare le spese dei provvedimenti governativi per fronteggiare la pandemia

(sistema sanitario, sostegno a famiglie e imprese, tutela del lavoro, investimenti per ripresa economica i campi citati).

La nuova emissione
Il nuovo titolo avrà questa volta una durata più breve, con una scadenza di 8 anni, rispetto ai 10 dell’emissione della scorsa estate. La durata leggermente ridotta “va incontro alle esigenze tipiche delle famiglie, che hanno difficoltà a familiarizzare con scadenze più lunghe” – spiega sempre Rivera. La struttura ripropone le cedole step-up: il tasso parte fisso per i primi tre anni, poi cresce leggermente per due volte fino alla scadenza del titolo, “permettendo di contenere oscillazioni di mercato del prezzo del titolo”.

Il premio fedeltà, previsto per chi compra i BTP Futura all’emissione e li detiene fino a scadenza sarà collegato alla ripresa dell’economia nazionale. Il premio minimo garantito sarà pari all’1% del capitale investito ma potrà aumentare fino ad un massimo del 3% dell’ammontare sottoscritto, sulla base della media del tasso di crescita annuo del Pil nominale dell’Italia registrato dall’Istat nel periodo di vita del titolo.

Il nuovo Btp Futura avrà cedole semestrali, venerdì 6 novembre verranno comunicati i tassi minimi. I tassi cedolari definitivi saranno annunciati alla chiusura del collocamento, il giorno 13 novembre, e non potranno comunque essere inferiori ai tassi cedolari minimi garantiti comunicati all’avvio del collocamento. Il tasso cedolare dei primi 3 anni resterà invariato, mentre in base alle condizioni di mercato potranno essere rivisti a rialzo, al termine dell’emissione, solo i tassi successivi al primo.

Come fare
Il nuovo BTP Futura potrà essere sottoscritto rivolgendosi al proprio referente in banca o presso l’ufficio postale dove si possiede un conto titoli o attraverso il proprio home banking, se abilitato alle funzioni di trading online. Per l’apertura di un conto titoli o per l’acquisto “fisico” in filiale gli operatori metteranno a disposizione procedure digitali semplificate per la prenotazione del BTP Futura.


Libero.it

Share
Share