ACEA, completato con successo il primo collocamento di Green Bond da 900 mln

Share

ACEA S.p.A. (la “Società”, nella foto l’a. d. Giuseppe Gola), facendo seguito alla delibera del Consiglio di Amministrazione della Società del 16 dicembre 2020 e al perfezionamento dell’attività di bookbuilding, in data odierna ha completato con pieno successo il collocamento della sua prima emissione di Green Bond per un importo complessivo pari a Euro 900 milioni articolato in due serie, nell’ambito del Green Financing Framework recentemente pubblicato e a valere sul programma Euro Medium Term Notes (EMTN) da Euro 4 miliardi (le “Obbligazioni”), in forza del Base Prospectus aggiornato in data 24 luglio 2020 e successivamente integrato in data 15 gennaio 2021. La prima serie è di importo pari a Euro 300 milioni, tasso dello 0% e scadenza al 28 settembre 2025 (le “Obbligazioni 2025”) e la seconda serie è di importo pari a Euro 600 milioni, tasso dello 0,25% e scadenza al 28 luglio 2030 (le “Obbligazioni 2030”). L’emissione ha registrato un grande successo, ricevendo richieste finali pari a oltre 7 volte l’ammontare offerto, da investitori di rango primario e rappresentativi di numerose aree geografiche, con una significativa partecipazione di investitori green e sostenibili. I proventi dell’emissione saranno destinati a finanziare specifici progetti previsti nel Piano Industriale 2020-2024 che perseguono obiettivi di sostenibilità. In particolare, quelli relativi alla protezione della risorsa idrica, alla resilienza della rete di distribuzione elettrica, all’efficienza energetica, alla mobilità elettrica, allo sviluppo dell’economia circolare e all’incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili. Le Obbligazioni sono destinate esclusivamente a investitori istituzionali dell’Euromercato. Le Obbligazioni hanno un taglio unitario minimo di Euro 100.000. Le Obbligazioni 2025 sono state collocate a un prezzo di emissione pari al 100,177%, che implica un rendimento negativo pari a -0,038%, primo caso in Italia per emittenti corporate, mentre le Obbligazioni 2030 sono state collocate a un prezzo di emissione pari al 98,292%, che implica un rendimento pari a 0,434%. Le Obbligazioni sono disciplinate dalla legge inglese. La data di regolamento è stata fissata per il giorno 28 gennaio 2021. Da tale data le Obbligazioni saranno quotate presso il mercato regolamentato della Borsa di Lussemburgo, dove è stato depositato il prospetto informativo del programma EMTN. L’emissione è in linea con la strategia finanziaria del Gruppo delineata nel Piano Industriale 2020-2024 e conferma la natura “strutturalmente sostenibile” di Acea. Credit Agricole CIB e UniCredit hanno assistito la Società, in qualità di Green Structuring Advisors, per la predisposizione del Green Financing Framework, mentre ISS ESG ha rilasciato la Second Party Opinion. L’operazione di collocamento è stata curata da Barclays, BBVA, BNP Paribas, Credit Agricole CIB, Citi, Credit Suisse, IMI-Intesa Sanpaolo, MPS Capital Services, Natixis, Société Générale e UniCredit, in qualità di Joint Bookrunners. ACEA è stata assistita da White & Case e da Foglia & Partners, mentre i Joint Bookrunner sono stati assistiti da Clifford Chance. È previsto che le agenzie Fitch Ratings e Moody’s Investors Service attribuiscano alle Obbligazioni un rating rispettivamente pari a BBB+ e Baa2.

Share
Share