Un test può rilevare la presenza dell’Alzheimer

Share

 Si chiama SOBA (Soluble Oligomer Binding Assay), è un nuovo test basato sull’analisi del sangue in grado di identificare la presenza di proteine potenzialmente tossiche associate alla malattia di Alzheimer. Descritto sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, questo esame è stato sviluppato dagli scienziati dell’Università di Washington. Il team, guidato da Valerie Daggett, ha ideato un procedimento che potrebbe permettere la diagnosi precoce della malattia di Alzheimer. Attualmente, spiegano gli autori, la diagnosi dell’Alzheimer si riceve solo successivamente alla manifestazione dei sintomi, il più evidente è la perdita di memoria. La letteratura scientifica ha dimostrato però che già decenni prima che emergano i disturbi cognitivi esistono delle caratteristiche nel cervello dei pazienti che possono essere associate alla malattia. Tra i metodi più affidabili per rilevare precocemente il rischio di Alzheimer i ricercatori evidenziano gli accumuli di proteine beta-amiloide, che si aggregano per formare degli oligomeri.Gli scienziati hanno progettato un test di laboratorio in grado di misurare i livelli di oligomeri di beta-amiloide attraverso i campioni di sangue. Testato su un totale di 310 soggetti, l’esame SOBA è stato in grado di rilevare gli oligomeri nel sangue di 11 individui. Secondo i dati di follow up, disponibili solamente per 10 persone, a tutti è stata in seguito diagnosticata una forma di deterioramento cognitivo o una patologia cerebrale coerente con la malattia di Alzheimer. Il gruppo di ricerca ha anche dimostrato che SOBA potrebbe essere facilmente modificato per rilevare oligomeri tossici di un altro tipo di proteina associata alla malattia di Parkinson e alla demenza con corpi di Lewy. In futuro, potrebbe inoltre essere possibile sviluppare test in grado di verificare la compatibilità con altre condizioni cliniche, come il diabete di tipo 2. “Un test affidabile – afferma Daggett – potrebbe riconoscere i segni della malattia prima che inizino i sintomi, il che sarebbe fondamentale per le terapie di cura e prevenzione. SOBA potrebbe rappresentare la base per lo sviluppo di un esame efficace”.