Seegene lancia la prima campagna In-life PCR al mondo in Vietnam

Logo
Share
Logo

Seegene Inc. (096530), azienda sudcoreana leader nella diagnostica molecolare collaborerà con il centro di test LabHouse, per il lancio della campagna In-life PCR in Vietnam, per i conducenti del servizio di ride-hailing Grab, a partire da agosto.

La campagna In-life PCR di Seegene è un’iniziativa globale che cerca di promuovere il ricorso a test di routine per la rilevazione dei virus respiratori, tra cui COVID-19, influenza e raffreddori, per rimanere protetti dalle malattie infettive. L’obiettivo è frenare la trasmissione diffusa e garantire un ritorno agevole alla normalità rivolgendosi a coloro che si trovano in strutture comunitarie come scuole e case di cura, nonché a individui asintomatici.

Seegene fornirà a LabHouse il proprio test Allplex™ SARS-CoV-2/FluA/FluB/RSV che può rilevare simultaneamente la COVID-19, l’influenza A e B e il virus respiratorio sinciziale (RSV). L’azienda fornirà inoltre gli strumenti e i sistemi PCR necessari per soddisfare la crescente domanda di test nell’ambito della campagna In-life PCR. Seegene prevede inoltre di fornire la sua soluzione PCR completamente automatizzata “STARlet-AIOS” per flussi di lavoro pratici e ad alto rendimento.

LabHouse raccoglierà campioni clinici, eseguirà il processo di test molecolare e fornirà i risultati ai conducenti Grab nelle città vietnamite di Ho Chi Minh e Hanoi. I conducenti possono effettuare il test presso LabHouse o persino ricevere la visita di un operatore per il prelievo del campione all’ora e nel luogo da loro indicato. LabHouse è in trattativa con ospedali di altre città vietnamite per estendere la campagna In-life PCR.

“Abbiamo deciso di lanciare la campagna In-life PCR con Seegene per intraprendere azioni preventive contro la recrudescenza della COVID-19 in tutto il mondo dovuta alle nuove varianti e all’aumento dei viaggi”, ha dichiarato Nguyen Khoi Do, CEO di LabHouse. “Attraverso test di routine, ci auguriamo di proteggere la salute e la sicurezza dei conducenti e degli utenti del servizio Grab”.