Isole Canarie, raddoppiata la popolazione italiana nell’ultimo decennio

Share

Il Gruppo Tecnocasa, presente nelle Isole Canarie con 7 agenzie (5 nell’isola di Santa Cruz de Tenerife e 1 nell’isola di Las Palmas), fa il punto sul mercato immobiliare dell’isola di Tenerife che, con prezzi interessanti e una buona offerta, viene scelta anche dagli italiani.

“La popolazione italiana nelle Isole Canarie – afferma Juan Carlos García Roldán, Area Manager Tecnocasa Canarie – è raddoppiata nell’ultimo decennio e, attualmente, è la più grande comunità straniera dell’arcipelago. La presenza di italiani nell’isola, che non smette di crescere, è quindi altissima e costituisce circa il 10% dei residenti”.

“Gli italiani – specifica il manager Tecnocasa – scelgono principalmente la zona della spiaggia nel sud dell’isola. Raramente scelgono la capitale.

Per quanto riguarda i prezzi, i valori medi sull’isola di Tenerife sono di 1.130 euro al metro quadro.

Analizzando le preferenze degli acquirenti, si nota che si ricercano soprattutto appartamenti con 3 camere da letto (54,8%), seguiti da soluzioni con 2 camere (28,3%) e una camera (10,3%). Poche sono le richieste per appartamenti con 4 camere da letto (6,5%). Importante la domanda di case indipendenti e villette bifamiliari (36,2%).

La maggior parte degli acquirenti, il 69,6%, acquista la prima casa mentre il 20,5% lo fa come investimento con l’obiettivo di mettere a reddito l’immobile; il restante è costituito dalla casa vacanza/seconda casa. Quanto al pagamento, il 52,8% degli acquirenti fa ricorso ad un mutuo ipotecario, mentre il 47,2% paga in contanti.

La fascia di età in cui si concentrano gli acquisti è compresa tra i 25 ei 44 anni (57,1%), seguita da coloro che hanno tra i 45 ei 54 anni (21,1%). L’84,5% degli acquirenti è di nazionalità spagnola, il 15,6% sono stranieri. La maggior parte di chi compra casa ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato (64,8%), mentre un significativo 19,7% è lavoratore autonomo”.