Sicilia: discoteche in ginocchio, chiusi senza preavviso

Share

Vincenzo Grasso: “Siamo stati chiusi con decreto e senza preavviso il 23 dicembre, abbiamo subito nuove gravi conseguenze economiche”

Un settore in ginocchio da due anni quello delle discoteche, pronto a collassare con serie ripercussioni.

“Siamo stati chiusi con decreto e senza preavviso il 23 dicembre, abbiamo subito nuove gravi conseguenze economiche ma nessuno ancora si preoccupa di garantire ristori a una categoria che è stata tra le più colpite e che non ha più risorse per andare avanti”. Così dice Vincenzo Grasso, presidente del Silb – l’associazione delle discoteche e dei locali da ballo aderente a Fipe Confcommercio Palermo.

Grasso lancia nuovamente un grido d’allarme in rappresentanza degli imprenditori del settore costretti alla chiusura forzata nel periodo natalizio, uno dei più fruttuosi dell’anno.

“L’unica possibilità di superare questo tracollo è la via dei sostegni ministeriali, congrui e immediati”, ha sottolineato il presidente del Silb Maurizio Pasca.