Dematerializzazione: nella PA porterebbe a un risparmio di oltre 8mila tonnellate di carta

Share

Secondo uno studio di Forum Pa, con la dematerializzazione si otterrebbe un totale di 8.142 tonnellate di carta consumata in meno. Se ciascuno degli oltre 3 mln di lavoratori pubblici rinunciasse a stampare 500 fogli all’anno. Una ‘dematerializzazione’ che, attraverso il pieno passaggio all’uso di documenti informatici a discapito della carta nella pa, potrebbe avere un impatto notevole in termini di sostenibilità. Già oggi, secondo la ricerca, il 90% dei dipendenti pubblici stampa fronte-retro i fogli; l’87% riutilizza la carta; il 60% ‘ricicla’ buste e scatole di cartone. Allo stesso tempo, però, il 53% dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni stampa i documenti da studiare o leggere e il 15% legge le e-mail cartacee.