Snapchat, emissioni negative entro il 2030

Share

Snap, l’azienda proprietaria dell’app per giovanissimi Snapchat, continua a supportare la sostenibilità ambientale. Lo scorso anno ha infatti annunciato il proprio impegno verso il conseguimento della carbon neutrality, ovvero la riduzione di emissioni e l’impiego di elettricità rinnovabile al 100%, ora compie un ulteriore passo in avanti.

Si impegna “a raggiungere le zero emissioni nette per poi spingersi anche oltre, fino a raggiungere emissioni negative entro il 2030” “Questo impegno – spiega in una nota – nasce dalla consapevolezza che non si stia facendo abbastanza per scongiurare gli impatti più disastrosi del cambiamento climatico. I nostri prodotti hanno una notevole diffusione tra le generazioni più giovani, che hanno molto a cuore la lotta al cambiamento climatico, e noi sentiamo la profonda responsabilità di agire rapidamente e su larga scala per fare la differenza, impegnandoci nel percorso verso il Net Zero e oltre, spronando gli altri a intraprendere la medesima strada”.

Il piano di sostenibilità di Snap include diverse azioni fino al 2030 e in parallelo, l’investimento di “almeno 1 milione di dollari l’anno fino al 2030 nel settore della rimozione del carbonio, per contribuire al suo graduale consolidamento”. Snap, inoltre, insieme a oltre 200 aziende firmatarie, ha sottoscritto il Climate Pledge e ha stilato un programma di azione per il clima finalizzato a spronare anche i partner. Prevede, tra gli altri, anche la riduzione delle emissioni legate agli spostamenti attraverso l’aggiornamento delle policy aziendali sui viaggi e lo sviluppo di standard più solidi sull’edilizia sostenibile.