Saliscendi / LaVerità

Share

di Cesare Lanza per LaVerità

Roberto Mancini

Le celebrazioni spesso esagerate non finiscono: la vittoria italiana nel campionato europeo continua ad essere il tema del giorno, per i mass media. Mancini è il trionfatore. Le lacrime subito dopo il successo, la telefonata alla mamma, l’abbraccio con Gianluca Vialli ne fanno «uno di noi». E a breve sarà già al lavoro per il prossimo traguardo: i mondiali nel Qatar.

Il principe William

Altro che tradizionale sportività di stampo inglese! La sconfitta con gli italiani è stata accolta malissimo in Inghilterra. I calciatori si sono tolti dal collo la medaglia subito dopo averla ricevuta. E il principe William è stato criticatissimo per i suoi sgarbi, addirittura nei confronti del nostro presidente della Repubblica: è andato via dallo stadio senza neanche salutarlo.

Meghan Markle

A dispetto di William, in Italia cresce la simpatia per la duchessa del Sussex, nota in Inghilterra per i rapporti difficili con la Casa reale. Un simpatico fotomontaggio di lei con la bandiera tricolore e la maglia azzurra durante la finale dell’Europeo ha fatto sorridere gli italiani. Facile immaginare che la bella americana non fosse tra i fan più sfegatati della squadra inglese.

Federico Bernardeschi

Ha vinto l’Europeo, ha segnato un bel rigore, ma al rientro in Italia ha commesso una gaffe che resterà memorabile. È arrivato alle nozze, fissate a Carrara, con tre quarti d’ora di ritardo! E la moglie se n’è andata. Nessun dramma: «porta male» se la sposa si presenta prima dello sposo, quindi è tornata quando le hanno assicurato che Federico era (finalmente) arrivato.

Gigio Donnarumma

Protagonista del torneo e premiato come il miglior giocatore del campionato. Ma anche al centro di un episodio esilarante. Dopo aver parato l’ultimo rigore il nostro campionissimo non ha minimamente esultato. Cos’era successo? Lo ha spiegato lui stesso qualche minuto dopo: «Ero troppo concentrato a parare, non ho proprio capito cosa stava succedendo».

José Mourinho

Il fallo tattico di Chiellini su Saka ha indotto alcuni inglesi a chiedere la ripetizione della finale. Secondo loro, Chiellini era da rosso. José Mourinho è insorto controcorrente. «È stato un rischio calcolato», ha spiegato, indicandolo come esempio della superiorità della Nazionale italiana. Giusto! Ma anche esagerato.