La rivoluzione sulle pensioni: l’assegno ora si controlla così

Share

La novità è stata inserita nell’area personale MyInps: ad anticiparlo in una nota sul proprio portale web è stato lo stesso Istituto di previdenza sociale

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è INPS-e1612800273457.jpg

Come annunciato dall’Inps tramite un comunicato ufficiale sul proprio portale web, a partire dal 4 febbraio è possibile ricevere il proprio cedolino pensione tramite posta elettronica. L’ente previdenziale ha presentato un nuovo strumento online di MyInps: attraverso un’area personale e personalizzabile, i contribuenti potranno stabilire un filo diretto con l’Istituto, che sarà in grado di gestire online i servizi dedicati ai contribuenti Pensioni.

Ecco che quindi a partire da questo mese i pensionati potranno richiedere la ricezione del cedolino della pensione, oltra alla Certificazione Unica, direttamente sulla email personale indicata. Le istruzioni da seguire per poter usufruire di tale servizio sono disponibili direttamente all’interno dell’Area MyInps, alla quale i diretti interessati potranno accedere mediante le credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale) oppure Cie (Carta d’identità elettronica), così come tramite Cns (la Carta nazionale dei servizi). Dopo il login, il contribuente può accedere alle istruzioni dedicate per accedere alle nuove funzioni messe a sua disposizione dall’Ente.

La verifica online (o tramite posta elettronica) dà la possibilità all’utente di consultare il cedolino della pensione, l’importo dei trattamenti liquidati mensilmente dall’Inps e comprendere anche il perché di eventuali variazioni negli importi. Dopo aver effettuato l’accesso al portale web, i diretti interessati potranno usufruire di varie funzioni, navigando tra le seguenti voci: cedolino pensione, ultimo cedolino, confronta cedolino, visualizza cedolini, visualizza prospetti di liquidazione (Modelli Te08), elenco deleghe sindacali, gestione deleghe sindacali sui trattamenti pensionistici, comunicazioni, dettaglio recapiti, modifica dei dati personali, riepilogo dei dati anagrafici, riepilogo dei dati anagrafici e di pagamento, informazioni di Posta elettronica certificata (Pec), variazione dell’ufficio pagatore, visualizzazione e modifica di dati anagrafici, indirizzo e recapiti, recupero della Certificazione Unica ed infine stampa della Certificazione Unica.

Il pagamento delle pensioni per il mese in corso viene effettuato con valuta 1 febbraio. Per coloro che riscuoteranno presso gli sportelli di Poste Italiane, è stato stabilito un calendario sulla base della lettera iniziale del cognome con tali date: A-B lunedì 25 gennaio, C-D martedì 26 gennaio, E-K mercoledì 27 gennaio, L-O giovedì 28 gennaio, P-R venerdì 29 gennaio, S-Z sabato 30 gennaio (esclusivamente di mattina).


Libero.it