Saliscendi / LaVerità

Share

di Cesare Lanza per LaVerità

Andrej Plenkovic

In Croazia ha vinto il centrodestra. Il partito Hdz del premier uscente Andrej Plenkovic ha vinto le elezioni per il rinnovo del parlamento croato, il Sabor. L’Hdz ha conquistato 68 seggi su 151 e molto probabilmente formerà un governo di coalizione insieme a partiti minori di destra. La coalizione di centrosinistra è arrivata seconda e si è aggiudicata 41 seggi.

Silvia Romano

Rapita in Kenya e liberata dopo un anno e mezzo, ora frequenta la moschea di Cascina Gobba. Ha spiegato così la scelta del velo: «Io pensavo di essere libera prima, ma subivo un’imposizione da parte della società. Per me il mio velo è un simbolo di libertà per elevare la mia dignità e il mio onore: coprendo il mio corpo so che una persona potrà vedere la mia anima».

Gigi Buffon

Con il derby contro il Torino, vinto dalla Juventus, Gigi è diventato il recordman di presenze in serie A, 648, superando il primato di Paolo Maldini. A dispetto dell’età, 42 anni ma giocherà anche nel prossimo campionato, è un eterno ragazzo. Ha vinto nove scudetti e detiene anche il primato di imbattibilità: 974 minuti, nella stagione 2015/2016, senza prendere gol.

Lourdes

Per la pandemia e il blocco dei pellegrinaggi, su Lourdes pesa un deficit di 8 milioni. Monsignor Olivier Ribadeau Dumas, rettore del santuario, si appella ai fedeli per avere donazioni: «Ogni giorno cancelliamo centinaia di pellegrinaggi. Il Santuario stima una perdita di 8 milioni di euro. L’85% del personale, 240 persone, continua a lavorare, ma ad orario ridotto».

Carlo Bonomi

È salito da poco ai vertici della Confindustria, ma fin da prime ore ha assunto la prestigiosa identità di leader dell’opposizione. Sostenuto da Rocca e Marcegaglia, da Abete e Tronchetti Provera, non si pone limiti nella franchezza del linguaggio: «La politica è peggio del virus…», «I parlamentari lavorino anche ad agosto», «Tridico vada via dall’Inps»…

Paulo Fonseca

Al momento, Paulo Fonseca non è licenziabile dalla Roma, ma un eventuale passo falso nelle prossime partite rischia di metterlo alle corde. È stato un cedimento nell’ultimo mese, tre sconfitte di seguito, la zona Champions irraggiungibile, incerta anche la qualificazione in Europa League… Le colpe sono del club, ma paga sempre il mister.

Share
Share