Il Teatro alla Scala riparte in streaming

Share

La Scala riparte con 4 concerti da camera straordinari, che si terranno a partire dal oggi (fino al 15) e lo fa a beneficio del pubblico più vasto possibile: i concerti saranno in streaming. Saranno ripresi a cura di Iulm e trasmessi in diretta gratuita sul sito del Corriere della Sera e sui canali Facebook e YouTube del Teatro. 
 Dal oggi per quattro serate il pubblico potrà ritrovare il Teatro alla Scala per altrettanti concerti straordinari in attesa della ripresa autunnale con il Requiem diretto da Riccardo Chailly. L’ordinanza della Regione Lombardia dello scorso 12 giugno ha infatti consentito di predisporre un nuovo protocollo per accogliere nel rispetto delle norme di sicurezza fino a 600 spettatori. Alla capienza del Teatro si aggiunge la platea virtuale dello streaming: gli studenti del corso di laurea in Cinema, Televisione e New Media dello Iulm, coordinati dai loro professori insieme alla Redazione web scaligera realizzano trailer e contenuti video sugli spettacoli del Piermarini.
Lunedì l’attesa ripartenza è affidata al pianoforte di Beatrice Rana, con Mischa Maisky al violoncello, e la voce di Luca Salsi. I “Sonetti del Petrarca” di Liszt sono al centro di un programma che spazia da un lato nel repertorio cameristico romantico. Mercoledì 8 luglio, alle 20, il tenore verdiamo per eccellenza Francesco Meli (che interpreterà tra l’altro arie da Un ballo in maschera e Luisa Miller) divide il palcoscenico con la sempre più affermata Federica Lombardi (impegnata nella seconda aria di Donna Anna) e il violino di Patricia Kopatchinskaja, tra le musiciste più originali e interessanti  dei nostri anni, che eseguirà la Sonata a Kreutzer di Beetheven. Lunedì 13 luglio, alle 20 sarà la volta degli ex allievi dell’Accademia e vincitori di concorsi di canto italiani: Irina Lungu, Federica Guida, Caterina Sala, Szilvia Vörös, Raffaele Abete, Fabio Capitanucci e Jongmin Park. Tiene le fila Michele Gamba, al pianoforte, che alla Scala ha da poco diretto L’elisir d’amore e che qui torna all’originale vocazione pianistica.  Mercoledì 15, sempre alle 20, l’appuntamento è con gli strumentisti della Filarmonica in concerto. Nei giorni scorsi hanno riempito di musica i cortili di Milano: ora i professori d’orchestra tornano per la prima volta al Piermarini con un programma cameristico che suona come un emozionante arrivederci all’autunno. Sui leggii pagine di Debussy, Mozart, Gounod, le Quattro stagioni di Vivaldi con Laura Marzadori e un omaggio degli Ottoni scaligeri a Nino Rota.

Share
Share