Equita, 30 milioni da Banco Bpm e Crédit Agricole per crescita

Share

Equita ha sottoscritto un contratto di finanziamento a medio termine con Banco Bpm (nella foto, l’a. d. Giuseppe Castagna) e Crédit Agricole Italia per massimi 30 milioni. Le risorse, che supporteranno i progetti di crescita e di diversificazione del gruppo, sono composte di una linea di credito amortising di massimi milioni con scadenza 30 giugno 2025 da rimborsare in 8 rate semestrali a partire da dicembre 2021, cui si aggiunge una linea di credito revolving di massimi  milioni con scadenza 30 giugno 2023.  Grazie al finanziamento Equita perseguirà eventuali operazioni straordinarie per supportare la crescita per linee esterne del gruppo e gli investimenti della Società nelle nuove iniziative di Alternative Asset Management.
    “L’operazione di finanziamento a medio termine è volta a ottimizzare ulteriormente la struttura del capitale di Equita”, ha sottolineato l’ad Andrea Vismara. “In passato abbiamo sempre finanziato le operazioni straordinarie e gli investimenti nei prodotti di Alternative Asset Management con il nostro capitale. Da oggi però possiamo contare su nuove risorse, che ci permetteranno di beneficiare di un miglior rapporto costo-opportunità in termini di risorse impiegate ed equilibrare ulteriormente la struttura fonti-impieghi del gruppo in termini di durata”.

Share
Share