Fincantieri: ottenuta una quota di maggioranza di Support Logistic Services

Share

Giuseppe Bono, potenziamo anche le filiere piccole e medie imprese

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Giuseppe-Bono.jpg

Azienda italiana operante nel settore della cantieristica navale ed attualmente il più importante gruppo navale d’Europa, Fincantieri, ha acquisito una quota di maggioranza del capitale di Support Logistic Services (SLS), società con sede a Guidonia Montecelio (Roma), attiva nella realizzazione, installazione e manutenzione di sistemi di comunicazione satellitare, sistemi radar e di comunicazione radio, per applicazioni in ambito militare e civile.

L’operazione si annette nell’ambito del rafforzamento delle attività del Gruppo nei settori ad alto contenuto tecnologico ed è coerente con il disegno di sviluppo della propria Divisione Electronics, Systems & Software, recentemente costituita, la cui principale finalità è quella di arricchire e far aumentare il proprio potenziale innovativo sul mercato.

SLS ha rilevato che nel 2019, i ricavi sono stati pari a a 9 milioni di euro, che si predeterminano in crescita per l’anno in corso e impiega 35 persone.

“L’operazione – ha annunciato il CEO di Fincantieri, Giuseppe Bono – si inserisce nella nostra strategia di più ampio respiro volta a consolidare e tutelare una filiera composta da piccole e medie imprese che, sotto il coordinamento della nostra divisione dedicata, potranno mantenere autonomia operativa e attitudine imprenditoriale, trattenendo così al loro interno risorse chiave, in un’ottica di rafforzamento del bacino di competenze del Gruppo stesso”.

Share
Share