Coronavirus, Enac: stop al trasporto del bagaglio a mano sugli aerei | Ma con distanziamento a bordo ok cappelliere

Share

Misurazione della temperatura e autocertificazione su contatti e tracciabilità prima di salire a bordo

Niente più bagagli nelle cappelliere in aereo per ora. Lo dispone l’Enac, spiegando le condizioni necessarie per derogare all’obbligo di distanziamento indicate nel Dpcm dell’11 giugno. Per il bagaglio a mano, i passeggeri potranno portare a bordo solo borse di dimensioni tali da poter essere sistemate sotto il sedile di fronte al posto assegnato. L’utilizzo delle cappelliere resta consentito sui voli dove viene effettuato il distanziamento sociale. 

L’Enac chiarisce poi che il controllo della temperatura va effettuato prima di salire a bordo: l’accesso all’aereo viene vietato se il termometro segnala più di 37,5 gradi. Non serve quindi un’ulteriore misurazione, come indicato in precedenza, se il passeggero è già stato controllato all’ingresso in aeroporto e comunque prima dell’imbarco. 

Il ministero della Salute ha predisposto il modello per quanto riguarda l’autocertificazione del passeggero: chiunque salga a bordo di un aereo deve attestare di non aver avuto contatti stretti con persone affette da Covid negli ultimi due giorni, prima dell’emergenza dei sintomi, e fino a 14 giorni dopo l’insorgenza dei sintomi, e si impegna, al fine della tracciabilità dei contatti, a comunicare alla compagnia e all’Autorità sanitaria territoriale competente l’eventuale insorgenza di sintomi Covid  se comparsi entro otto giorno dallo sbarco. Tale documento va compilato dai passeggeri e consegnato al vettore prima di partire.

Il bagaglio a mano può variare da compagnia a compagnia. Ecco cosa intendono i principali vettori. Alitalia: massimo 8 Kg, altezza 55 cm, larghezza 35 cm e profondità 25 cm; easyJet: altezza 56 cm, larghezza 45 cm e profondità 25 cm; Eurowings: massimo 8 Kg, altezza 55 cm, larghezza 40 cm e profondità 23 cm; RyanAir: massimo 10 Kg, altezza 55 cm, larghezza 40 cm e profondità 20 cm; Lufthansa: massimo 8 Kg, altezza 55 cm, larghezza 40 cm e profondità 23 cm; Air France: massimo 12 Kg, altezza 55 cm, larghezza 35 cm e profondità 25 cm; British Airways: massimo 23 Kg, altezza 56 cm, larghezza 45 cm e profondità 25 cm;

Sui voli da e per l’Italia e all’interno del nostro Paese, “è consentito portare a bordo solo bagagli di dimensioni tali da poter essere posizionati sotto il sedile di fronte al posto assegnato, secondo i limiti fissati dalle singole compagnie”. E’ quanto precisa l’Enac ribadendo che “per ragioni sanitarie” non è consentito a nessun titolo l’utilizzo delle cappelliere. “Si tratta – sottolinea l’ente – di norme sanitarie, non aeronautiche, che hanno lo scopo di evitare assembramenti, movimenti a bordo e contatti ravvicinati tra i passeggeri”. 

“Nessun costo aggiuntivo può essere richiesto dalle compagnie aeree al passeggero per l’imbarco del bagaglio in stiva”. E’ quanto precisa l’Enac in una comunicazione inviata alle compagnie aeree che operano in Italia, in cui si impone il divieto di portare bagagli a mano a bordo da inserire nelle cappelliere.

Tgcom24

Share
Share