Moda e AI, progetto Yoox con Unimore

Share

Gruppo donerà anche sua capacità di calcolo per ricerca su Covid

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Unimore-e-Yoox-net-a-porter-scaled.jpg

Il gruppo del fashion online Yoox Net-a-porter scommette sulle nuove tecnologie e insieme all’Università di Modena e Reggio Emilia (Unimore) crea un laboratorio dedicato all’intelligenza artificiale e alla ‘computer vision’ applicate nel campo della moda. Inoltre attraverso lo stesso ateneo il gruppo parteciperà al progetto Folding@Home che permette a cittadini e aziende di “donare” la propria capacità di calcolo per la comunità scientifica per progetti legati alla ricerca sul Covid-19.
La collaborazione triennale di Yoox Net-a-porter con AlmageLab, il centro di ricerca sull’intelligenza artificiale di Unimore, ha dato vita a un programma di ricerca che sarà guidato da Rita Cucchiara, direttrice del Laboratorio nazionale di intelligenza artificiale. La ricerca si focalizzerà in primis sulla ‘Visual Search‘, la ricerca per immagini, e sul ‘Virtual Try-On‘, per migliorare l’esperienza virtuale di prova dei capi.

Ansa

Share
Share