Rifiuti, italiani più attenti all’ambiente: cresce la raccolta differenziata (+7,4%)

Share

L’indagine Toluna-Nestlé registra anche un aumento dell’attenzione rispetto agli imballaggi in plastica (7%). Il 76% degli intervistati dichiara di seguire le indicazioni per il corretto smaltimento dei rifiuti: la fascia più ‘scrupolosa’ è quella degli over 55

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è IMG_20180309_120342-scaled.jpg

Con il lockdown e le nuove abitudini degli italiani, a partire dall’uso di guanti e mascherine, è aumentata l’attenzione per l’ambiente a partire dalla raccolta differenziata. Dall’ultima rilevazione Toluna per Nestlé condotta ad aprile emerge infatti una maggiore attenzione degli italiani per la raccolta differenziata rispetto a sei mesi fa (+7,4%, 78,5% totale).

Il trend trova una conferma negli ultimi dati condivisi da Utilitalia per cui, durante il lockdown, si è registrato un ulteriore aumento della raccolta differenziata degli imballaggi in plastica di circa il 7%. Il 76% degli intervistati dichiara, di seguire le indicazioni per il corretto smaltimento dei rifiuti (fascia più “scrupolosa” è quella degli over 55). Praticamente tutti gli intervistati (96%) sanno che ogni Comune ha proprie regole per la differenziata (e per il 74% che ci siano regole diverse in luoghi diversi genera confusione). Il 73% dice di conoscere le disposizioni del suo comune, il 24% invece di conoscerle ma non ricordarle bene.

“Gli italiani manifestano un’attenzione crescente per l’ambiente e i materiali riciclabili stimolando le aziende a muoversi in maniera sempre più strategica verso un business sostenibile – ha dichiarato Marta Schiraldi, Nestlé Packaging Champion per l’Italia – In Nestlé ci siamo impegnati per rendere il 100% degli imballaggi riciclabili o riutilizzabili entro il 2025 e per raggiungere questo obiettivo stiamo studiando soluzioni innovative avvalendoci, ad esempio, del nostro Nestlé Institute of Packaging Sciences”.

Repubblica

Share
Share