TIM, ultimo atto dei Maestri d’Italia con l’intervista doppia a Salvatore Rossi e Salvatore Aranzulla

Share

Oltre 700mila visualizzazioni durante sette settimane complessive di programmazione che corrispondono a 6mila minuti di dirette erogate e 18mila ore di on demand fruito, 33 giorni di diretta con 3 diversi format quotidiani, 80 live streaming e migliaia di interazioni social. Sono questi i numeri del grande successo di ‘Maestri d’Italia’, la speciale scuola di Internet online, ideata e curata da Riccardo Luna, promossa da TIM insieme ad oltre 30 partner nell’ambito del programma Operazione Risorgimento Digitale per portare nelle case degli italiani la cultura digitale attraverso le testimonianze di personaggi pubblici e contenuti formativi innovativi dedicati anche ai più piccoli. Una grande scuola online utile, calda, partecipata e sicura, su piattaforme facilmente accessibili da tutti, con contenuti disponibili anche on demand che hanno consentito di ascoltare maestri ed esperti, e di interagire con loro ponendo domande e richieste di chiarimento. Il talk di chiusura di Maestri d’Italia vedrà oggi alle ore 16:30 la partecipazione del Presidente TIM Salvatore Rossi e del noto blogger e divulgatore informatico Salvatore Aranzulla, in live streaming sul sito Operazione Risorgimento Digitale, sui canali YouTube e Facebook. “TIM è stata al fianco degli italiani in questa terribile emergenza e continuerà a farlo anche nella fase di ripartenza – ha dichiarato Salvatore Rossi, nella foto, Presidente TIM -. Abbiamo favorito la diffusione delle tecnologie digitali, innanzitutto garantendo e rafforzando la rete di trasmissione voce e dati, ma anche fornendo a varie fasce della popolazione italiana lezioni e dialoghi sul tema dell’innovazione. Imprese, famiglie e studenti hanno potuto, grazie a TIM, fruire di una scuola di eccellenza sulle competenze digitali, vera chiave di sviluppo del Paese”. “Maestri d’Italia è stata un’esperienza appassionante – ha commentato Riccardo Luna, ideatore e curatore di Maestri d’Italia – Operazione Risorgimento Digitale -: per sette settimane abbiamo tenuto compagnia ai bambini insegnando loro le basi del coding e della scienza e i cinque corsi di competenze digitali per adulti sono andati tutti esauriti. Ogni giorno inoltre abbiamo ospitato un grande maestro che ha fatto lezione agli studenti che faranno la maturità. Tutto online, in streaming, registrando numeri davvero importanti. Una conferma che Internet e i suoi strumenti sono fondamentali. E’ aumentata ora la consapevolezza dell’importanza di avere competenze digitali: per la scuola, per lavorare, per la vita sociale. Operazione Risorgimento Digitale ripartirà da qui: da questa nuova domanda di Internet”.
‘Maestri d’Italia’ è stata la prima grande scuola online, gratuita e interattiva nata dalla sinergia tra ‘luoghi’ virtuali e un ricco palinsesto di incontri e contenuti interattivi della durata di circa un’ora disponibili live sul sito Operazione Risorgimento Digitale, sui canali YouTube e Facebook anche on demand. Il programma ha accompagnato gli italiani durante la fase più dura del lockdown con lezioni per guardare tutto da nuovi e diversi punti di vista,in un racconto corale e multidisciplinare che ha accompagnato fino alla fase 2.Tra i temi principali la pandemia, l’impatto sull’economia, come cambia il futuro in Europa e nel mondo tra nuove città, cultura e intelligenza artificiale unite a lezioni per la maturità su Dante, la fisica quantistica e tanto altro.Per la sua settimana conclusiva di programmazione Maestri d’Italia ha proposto dieci appuntamenti nell’ambito della Milano Digital Week, con cinque laboratori di Edutainment per i ragazzi e cinque lezioni d’autore, una serie di webinar dedicati allo smart working, alle tecnologie di Extended Reality e alle soluzioni innovative sviluppate dalle startup di TIM WCAP a sostegno della trasformazione urbana.‘Maestri d’Italia’ ha previsto un ciclo di oltre trenta lezioni tenute dai “Maestri” che hanno approfondito gli impatti sociali ed economici dell’emergenza Coronavirus con l’obiettivo di creare occasioni di dialogo e confronto con autorevoli personalità che si sono messe a disposizione dei cittadini per favorire la comprensione di temi rilevanti. Si ringraziano tutti i protagonisti di “Maestri d’Italia”: Italo Rota, Carlo Ratti, Carlo Cottarelli, Ilaria Capua, Massimo Recalcati, Patrizia Caraveo, Valentina Sumini, Roberto Burioni, Stefano Mancuso, Domenico De Masi, Rita Cucchiara, Telmo Piovani, Gianrico Carofiglio, Stefano Boeri, Francesca Cavallo, Walter Ricciardi, Francesco Bonami, Bruno Mastroianni, Vera Gheno, Alex Zanardi, Monica Guerritore, Tomaso Montanari, Paolo Vineis, Silvia Onesti, Luca Serianni, Gemma Calamandrei, Elena Cattaneo, Enrico Giovannini, Giovanni Malagò, Fiona May, Gregorio De Felice, Giuseppe De Rita, Luciano Violante, Makkox, Gabriella Greison, Guido Silvestri, Salvatore Aranzulla, Piergiorgio Odifreddi.  Grazie alla collaborazione con Treccani, un’intera settimana è stata dedicata alla cultura italiana con la partecipazione di cinque “Maestri” del mondo scientifico e umanistico. Maestri d’Italia ha inoltre proposto una speciale programmazione mattutina dedicata ai più piccoli con 5 programmi di edutainment per far acquisire loro le competenze digitali giocando. I contenuti educativi sono stati curati da Fondazione Mondo Digitale, OFpassiON, Maker Camp, Telefono Azzurro e Codemotion. Molto apprezzate anche le Master Class: un format pratico e utile,grazie al quale esperti del settore (Salvatore Giuliano, Ernesto Belisario, Arturo Di Corinto, Silvia Vianello, Giampaolo Colletti) hanno trasferito le conoscenze e competenze digitali su didattica a distanza, digitalizzazione della PA, smart working, cybersecurity e socialmedia.

Share
Share