Italiani e social: informazione, acquisti, influencer

Share

Pubblicato il 4° rapporto di Blogmeter sull’utilizzo dei social media: tra conferme e new entry ecco la fotografia degli italiani online.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è socialmedia.jpg

Facebook e Youtube si confermano i social più amati dagli italiani, seguiti da Instagram e TripAdvisor: è quanto emerge dalla quarta edizione della ricerca “Italiani e social media” pubblicata da BlogMeter, con la collaborazione di NORSTAT, ACS Marketing Solutions, Wavemaker e GroupM. L’indagine è stata condotta su un campione significativo di 1.703 residenti in Italia, iscritti ad almeno un canale social.

Obiettivo dell’analisi era quello di individuare le motivazioni che spingono gli italiani ad utilizzare i social network e qual è il profilo più rappresentativo degli utenti nel nostro Paese. 

L’analisi evidenzia la crescita di nuovi social soprattutto tra i più giovani: a farla da padrone nella fascia 15-24 anni è TikTok, mentre tra gli outsider emerge Twitch, già adottato dal 12% del campione intervistato. Si tratta di una piattaforma di live streaming di proprietà di Amazon su cui è possibile trovare contenuti inerenti al mondo dei videogiochi, eventi sportivi in diretta ed e-sports, che sta spopolando soprattutto tra gli appassionati di gaming.

Tra gli over 45 il social di riferimento si conferma Facebook, mentre le app di messaggistica più amate sono Whatsapp (utilizzato dal 97% del campione) e Messenger, seguite da Skype e Telegram. La ricerca dimostra come i social siano innanzi tutto un grande palcoscenico per gli italiani: il 48% li usa prevalentemente per guardare foto e video e per non perdersi quello che succede nel mondo e nella cerchia dei propri amici. Largo spazio anche alla mostra di sé: il 12% degli utenti usa i social come un canale di visibilità, postando i propri contenuti.

Per quanto riguarda le motivazioni che spingono gli italiani a utilizzare i social, la classifica rimane invariata rispetto all’anno scorso: al primo posto si conferma lo svago, seguito dalla ricerca di informazioni e dal mantenimento delle relazioni con amici e parenti. I social si dimostrano inoltre fondamentali per la formazione delle opinioni dei consumatori: il 19% degli italiani dichiara infatti di aver cambiato idea su un prodotto (e il 16% su un brand) dopo aver letto o visto un contenuto social.

Non solo: secondo l’indagine, quando si tratta di acquistare un prodotto o un servizio, il peso dei social è importante per 4 italiani su 10 e quello degli influencer per 3 su 10. La maggior parte degli intervistati ha dichiarato di seguire gli influencer perché trattano argomenti reputati interessanti e per la maggior parte ha dichiarato di essere influenzata da queste figure, in particolar modo quando gli argomenti trattati riguardano un tema sociale oppure un prodotto.


Rebecca Mantovani, Focus.it

Share
Share