Coronavirus, la moda riparte da Gucci. Con la consulenza di Burioni

Share

Da domani torna in produzione, protocollo di sicurezza dopo la supervisione del virologo

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è gucci.jpg

Riparte la filiera della Moda. Gucci riapre il reparto prototipi per pelletteria e calzature. Da domani torneranno gli addetti nel centro Artlab di Scandicci (Firenze), dove la maison ha il quartier generale. Il via libera dopo un accordo coi sindacati per rafforzare il protocollo di sicurezza stilato grazie anche alla consulenza del virologo Roberto Burioni, sul modello di quello avviato da Fca.

Rientra al lavoro un numero ridotto di addetti, che avranno giusto distanziamento. «Dall’inizio di questa emergenza – ha detto l’ad Marco Bizzarri – la salute delle persone è stata al centro di tutte le decisioni che abbiamo preso».

L’azienda è stata sanificata e sono stati eseguiti tamponi sulle superfici. I lavoratori sono stati formati sulle misure di sicurezza e i comportamenti. All’ingresso sarà misurata la temperatura, e ogni dipendente avrà un kit anti contagio: 3 mascherine, 2 paia di guanti, occhiali protettivi. Tutti avranno gel igienizzanti.

quotidiano.net

Share
Share