Federalberghi Torino: a Pasqua, una perdita da 4 milioni

Share

In vista del prossimo fine settimana di Pasqua Federalberghi Torino fa il punto sui mancati incassi a causa delle misure per il coronavirus e stima in circa 4 milioni di euro la perdita di fatturato per il weekend nella sola città di Torino.
Nell’aprile dello scorso anno, mese di Pasqua, la percentuale complessiva di occupazione delle camere si aggirava attorno al 75% con un picco dell’80-85% tra il Venerdì santo (19 aprile) e Pasquetta (22 aprile). Attualmente la percentuale di occupazione delle camere si attesta all’1% ormai da qualche settimana.
“Il weekend di Pasqua è tradizionalmente uno dei periodi più interessanti e profittevoli per il nostro comparto, perché porta con sé un incremento dei flussi turistici soprattutto verso la città e quest’anno il settore ha iniziato a scontare gli effetti della pandemia già dal 23 febbraio quando i casi di contagio erano ancora pochi – dichiara Fabio Borio, presidente di Federalberghi Torino – purtroppo i dati relativi alla Pasqua e ai ponti primaverili rivelano le enormi proporzioni e l’elevata drammaticità di un’emergenza senza precedenti, non solo dal punto di vista sanitario ma sempre più anche per i risvolti economici e sociali”. “Per quanto ci riguarda le camere d’albergo non sono un prodotto che si può tenere in magazzino per essere venduto a emergenza finita, le presenze perse in questo periodo sono perse per sempre e gli imprenditori si trovano di fronte a una carenza totale di liquidità perché non ci sono introiti e non ci saranno per molto tempo. Per questo abbiamo chiesto e continuiamo a chiedere misure concrete di supporto alla categoria. Come potremo – conclude –  versare contributi e tasse se non incassiamo?”.

Share
Share