Pasqua, 1 italiano su 2 farà i dolci in casa

Share

La necessità di passare il tempo fra le mura domestiche ha spinto al ritorno della cucina casalinga fai da te, sottolinea Coldiretti, con la riscoperta di ricette e dolci della tradizione. La preparazione casalinga dei dolci e dei piatti tradizionali delle feste è una “attività tornata ad essere gratificante per uomini e donne all’interno delle mura domestiche anche come antidoto alle tensioni e allo stress provocate dalla pandemia”.    Per quanti colgono l’opportunità di stare tra le mura domestiche per cucinare, gli agrichef, i cuochi contadini di Terranostra, hanno creato una serie di tutorial e corsi on line dove vengono spiegati trucchi e segreti della tradizione contadina. E per garantire il rispetto della tradizione a tavola gli agricoltori si sono organizzati in tutta Italia nei mercati e nelle fattorie anche con la consegna a domicilio dei prodotti tipici e di qualità del territorio (www.campagnamica.it).     Nelle ultime cinque settimane gli italiani, viene sottolineato, hanno riempito i carrelli quasi raddoppiando gli acquisti di farina (+100%) e lievito di birra (+73%), ma l’aumento è stato del 43% per lo zucchero e del 40% per le uova che sono quest’anno le vere star della settimana della cucina delle feste a fronte di un crollo del 30-40% per quelle confezionate al cioccolato. Una tendenza che si accentua con l’avvicinarsi della Settimana Santa durante la quale saranno ben oltre 400 milioni le uova ‘ruspanti’ consumate secondo tradizione sode per la colazione, dipinte a mano per abbellire le case e le tavole apparecchiate o utilizzate in ricette tradizionali o in prodotti industriali e artigianali.Con gli italiani costretti tra le mura domestiche dall’emergenza coronavirus, in piu’ della metà delle famiglie (53%) si preparano in casa i dolci tipici della Pasqua nel rispetto delle tradizioni locali. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè presentata in occasione della riapertura del mercato degli agricoltori di Campagna Amica a Roma in via Tiburtina in vista delle prossime feste ‘blindate’ degli italiani, presentata con la prima sfilata dei dolci regionali di Pasqua e le lezioni degli agrichef per aiutare gli italiani a restare a casa senza rinunciare alla buona tavola. 

Share
Share