Roma, a SpazioCima il realismo onirico di Holger Theunert

Share

Aprirà venerdì 6 marzo presso la Galleria SpazioCima (in via Ombrone 9, Roma) la mostra “Theunert Bilder”, con le opere dell’artista tedesco Holger Theunert, visitabile sino a venerdì 3 aprile. La mostra, organizzata e curata da Roberta Cima, è a ingresso libero, da lunedì a venerdì, dalle 15:30 alle 19:30. Circa venti le opere in esposizione, prevalentemente acrilici su tela, di vari formati. In occasione del vernissage, il 6 marzo alle ore 18:30, sarà presente anche il compositore norvegese Terje Evensen: i due presenteranno il doppio album Music for Paintings, firmato da entrambi. I quadri di Theunert potrebbero avvicinarsi al realismo sullo sfondo della Scuola di Lipsia, ma l’artista stesso rifugge ogni classificazione dell’arte in stili, evitando le categorie strette e lasciandosi andare alle emozioni e alle impressioni del singolo momento. E’ la minuziosa attenzione verso i dettagli, invece, il vero trait d’union delle sue opere. Una caratteristica che svela una delicata trasposizione privata e poetica della realtà, realizzata prima attraverso una messa a fuoco del suo soggetto, poi riportandolo su tela con sottili pennellate e particolareggiate sfumature.  Il realismo di Theunert diventa così onirico, “magico”: i suoi quadri evidenziano non solo il cuore che l’artista nutre nei confronti della sua arte, ma anche per ciò che ritrae. Nei suoi soggetti, si nota facilmente, prevalgono animali, soprattutto domestici o comuni, circondati, o talvolta nascosti, da splendide cornici architettoniche e paesaggistiche, che spaziano dai calli veneziani alle storiche colonne romane, dalle montagne delle Dolomiti ai paesaggi rurali. Una mostra che diventa, infine, un esplicito omaggio a ciò che é più caro all’artista: l’Italia, gli animali, i suoi principali affetti.
   Holger Theunert, nato a Borna, Lipsia, nel 1963, dal 1989 vive a Karlsruhe, la sua patria artistica, ma frequenta anche l’Italia, prevalentemente la Sardegna e il Trentino Alto Adige. Dopo aver lavorato per le realizzazioni di varie cover, collaborando con John Paul Jones, Terje Evensen, J.Peter Schwalm, Them, Leo Abrahams (Roxy Music) e/o Visual Concepts per concerti. Dal 2018 collabora intensivamente con Terje Evensen a nuovi progetti: alla fine del 2019 esce il doppio album Music for Paintings firmato da entrambi. Negli ultimi anni l’artista ha esposto anche a Londra, Madrid, San Sebastian, Bressanone e Venezia.
Intanto si concluderà domani la mostra “Lievemente grave”, con le opere dell’illustratore, scenografo e pittore Mauro De Luca, organizzata e curata da Roberta Cima. Circa quindici le opere in esposizione, prevalentemente acrilici su tela, di vari formati. Oggetto della personale è il difficile equilibrio tra la verticalità dell’esistenza e l’uomo intermedio tra i piani orizzontali del Cielo e della Terra. Forte, in queste opere, l’attenzione verso le tematiche più introspettive, laddove essenza e esistenza vengono avvolte dal mistero dell’imponderabile, tra ironia e attesa. Il tutto intriso da una dolce e magica malinconia. 

Share
Share