Terroni caput mundi / E Mediaset mette in quarantena Sgarbi

Share

Lo scontro con Barbara d’Urso non è piaciuto all’azienda di Cologno Monzese

TRA SGARBI E BARBARA D’URSO FORSE CI SARÀ UN CHIARIMENTO

«Se vogliono la guerra, guerra sia». Vittorio Sgarbi, il giorno dopo la tempesta, è deciso ma tranquillo. Interrogato da Libero al telefono, conferma quanto si mormora in giro, ossia chedopo la lite con Barbara d’Urso (Napoli, 7 maggio 1957) è stato «bandito» dalle reti Mediaset. Una quarantena non dettata dal Coronavirus, ma da ragioni di natura non sanitaria. «Barbara è molto influente», prosegue, «dovevo andare ospite in studio da Nicola Porro, ma mi ha chiamato dicendo che non poteva avermi», dichiara Sgarbi. «Corrisponde tutto al vero. Peraltro sono io colui che ha portato Porro a Mediaset, ma pazienza». Si riferisce, spiega, alla chiusura di Virus su Raidue e al conseguente trasferimento nella tv berlusconiana. C’ è anche altro. «Dovevo andare da Chiambretti, che aveva preparato per me una puntata sui miei genitori. Era molto addolorato nel comunicarmi che non si poteva più fare. Che non sarebbe stato opportuno».

SGARBI TRANQUILLO, SI SENTE BEN ACCOLTO DAI CONCORRENTI

Il popolare critico d’arte non resta sicuramente a casa a guardare. Anzi. Quarta Repubblica e Chiambretti lo lasciano a casa? Lui va dalla concorrenza. «Se vogliono la guerra io me ne vado su La7 da Giovanni Floris, sono stato a Povera Patria, in Rai, sono andato dalla Gruber e ci tornerò questa sera». Dopo la lite tra Morgan e Bugo a Sanremo, dunque, abbiamo una nuova faida televisiva che ci terrà compagnia nelleprossime settimane,almeno ci distrae un po’ dal virus che viene dall’Oriente. Sgarbi non accusa direttamente la conduttrice di averlo «bandito», ma stigmatizza l’atteggiamento di Mediaset e di coloro che secondo lui non hanno avuto molto coraggio. Però con Libero si lascia andare ad alcune riflessioni sulla regina del palinsesto tv: «Strana ospitalità, la sua. Dà del “tu” al premier Conte e lui risponde con il “lei”. Dice “dimmi” alla virologa la quale risponde con “Signora d’Urso”. Tornando a me, gli ospiti non si cacciano dallo studio. Ricordo quando anni fa andai al ‘Laureato’ di Chiambretti. Litigammo. E alla fine fu lui ad andarsene». L’episodio incriminato si è consumato domenica scorsa in diretta in uno studio deserto di ‘Live Non è la d’ Urso’ a causa della diffusione in Lombardia del Coronavirus. Sgarbi, nello spazio dedicato alla ‘Pupa e il secchione’, si era scontrato duramente con la conduttrice. A scatenare la lite è stata l’affermazione di Sgarbi su Stella Manente, che gli sarebbe stata «raccomandata da Silvio Berlusconi». Una frase dalla quale Barbara si è subito dissociata, contestandogli la scelta di raccontare i fatti propri nel programma. Ma Sgarbi ha rincarato la dose facendo sapere che Berlusconi gli avrebbe detto anche di lei, che è una bella ragazza, e cioè della D’Urso. I toni si alzano immediatamente: «Ti ha raccomandato anche me? Ma sai quanti calci nel culo lo ti do? Finché si gioca si gioca dai basta?», ha replicato lei. «Può uno raccomandare una donna o no? Porca puttana! Sono cazzi nostri. I calci nel culo li dai a tua nonna». E la D’ Urso ha intimato a Sgarbi di andarsene dallo studio, ma lui si è rifiutato. In verità, l’opinionista ha chiesto alla d’ Urso di andarsene lei, cosa improbabile visto che si trattava della sua trasmissione. E infatti Barbara si è arrabbiata ancora di più.

ORA CERCA LA PACE, FORSE È STATO FRAINTESO, O UNA LEGGEREZZA

Vittorio Sgarbi, a Libero, chiarisce e cercala pace: «Ho detto una leggerezza, c’è stato un equivoco. Raccomandare a me non ha senso, non sono padrone delle televisioni. La mia frase è stata fraintesa. Mi piacerebbe discutere di questo con Barbara d’Urso, un confronto testa a testa», dice, facendo dunque un appello e cercando di stringere la mano alla conduttrice. La quale, ultimamente non le manda a dire: ha cacciato dallo studio un paio di ospiti che avevano peccato di maleducazione. L’ ultimo di loro è stato il fidanzato di Antonella Elia. Dunque Sgarbi si ammorbidisce e dice di essere pronto a tornare sui suoi passi. Aveva infatti annunciato, con un video, di volere querelare Barbara. Lei è una donna intelligente e conosce bene il mezzo televisivo: immaginiamo che un confronto con Sgarbi la ingolosisca non poco.Vittorio ieri è stato anche all’Aria che tira su La7, con Myrta Merlino. Ha parlato dell’ emergenza sanitaria nazionale, ma anche della d’Urso. «Se non avessi lei che mi porta a parlare d’altro, parlerei solo di Coronavirus». Questo è stato il resoconto, puntuale e preciso, di Alessandra Menzani. Vittorio Sgarbi stavolta è andato oltre ogni limite immaginabile. E Mediaset, secondo le ultimissime e varie indiscrezioni, gli aveva chiuso le porte. Brusco stop in tv dopo anni di risse. L’aggressione verbale a Barbara d’Urso gli sia costata cara. Infatti, per Sgarbi sarebbero già saltate due ospitate su Rete 4. Quanto al fortunato format La Pupa e il secchione anni fa Sgarbi fu protagonista di un agguerrito confronto con Alessandra Mussolini.

Share
Share