Lanza e il suo “Socrate” «Le scienziate, che onore»

Share

A Palazzo Autieri ci sono anche le ricercatrici dell’Ospedale Spallanzani, Marta Branca, Maria Rosaria Capobianchi, Concetta Castilletti e Francesca Colavita, capaci di isolare il coronavirus, fra i vincitori del prestigioso “Premio Socrate” che viene assegnato ogni anno a figure che si sono affermate per i loro meriti professionali. «Sono stato molto orgoglioso della loro presenza – ha detto l’ideatore del premio, Cesare Lanza. Mi è dispiaciuta invece l’assenza, giustificata, della presidente del Senato Casellati e della giornalista Gaia Tortora e quella, meno giustificata, di Gina Lollobrigida a causa di un capriccio del suo agente». Lungo e autorevole l’elenco degli altri premiati: il generale Mori, il ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio che ha mandato a ritirare il premio del suo capo di gabinetto Francesco Sequi, la presidente di Europa Donna Italia, Rosanna D’Antona, quella di Acea, Michaela Castelli, Telecom, Luigi Gubitosi, l’imprenditore Ernesto Preatoni e il direttore Rai, Roberto Sergio.

Andrea Nebuloso, il Messaggero

Share
Share