Salini Impregilo in dirittura finale a tempo di record per l’ultima pila del Ponte di Genova

Share

I lavori per la costruzione dell’ultima delle 18 pile del Ponte proseguono oggi a ritmi serrati in parallelo al varo del primo dei tre impalcati da 100 metri dell’opera realizzata da Salini Impregilo e Fincantieri attraverso la joint venture PerGenova.
Un varo in quota che ha visto salire ieri fra le pile 8 e 9, a oltre 40 metri di altezza, una struttura in acciaio lunga 94 metri per un peso di 1800 tonnellate. Sollevati insieme alla campata anche i 14 carter, le “ali del ponte”, e le lastre che permetteranno il getto di calcestruzzo e la relativa armatura della soletta.
Il peso di questo tipo di campata non ha permesso l’utilizzo di normali gru, e l’operazione di varo è stata resa possibile solo grazie ad un processo innovativo di gestione dell’opera, e grazie alle attrezzature strand jack, particolari macchinari che, in condizioni atmosferiche buone, consentono di far salire l’impalcato a una velocità di 5 metri all’ora.
Il ponte rappresenta un nuovo modello di costruzione di infrastrutture complesse, in cui imprese private ed istituzioni si mettono insieme per realizzare in tempi adeguati le infrastrutture che servono al paese, idea che è alla base del Progetto Italia, l’operazione industriale con cui Salini Impregilo intende rilanciare il settore in Italia grazie ad una collaborazione trasversale tra settore privato ed istituzioni, per sbloccare i cantieri fermi e salvaguardare l’occupazione nel settore.
L’innalzamento dell’impalcato avviene contemporaneamente alla conclusione di 17 pile su 18, portando la realizzazione del ponte ad una fase nuova in cui si vedono tutte le opere in verticale e la struttura orizzontale del ponte tocca una lunghezza di 500 metri sui 1067 complessivi. Operazioni in cantiere che mettono all’opera in parallelo fino a 600 persone e oltre 1000 se si considera anche l’indotto, e che in maniera del tutto trasparente possono essere seguite sul sito www.pergenova.com grazie a 8 webcam attive 24 ore su 24 e sette giorni su sette, o direttamente presso Spazio Ponte, lo spazio dedicato alla costruzione del ponte ed al suo stato di avanzamento aperto a Porta Siberia, a Porto Antico.

Share
Share