Quotidiani, verve di fine anno

Share

Colpo di coda di fine anno per i principali quotidiani italiani che, a dicembre, chiudono formalmente il 2019 con 4 casi di diffusioni complessive carta+digitale al rialzo: si tratta di Verità (+18,9%), Libero (+4,6%) e Avvenire (+1,5%). ItaliaOggi segna un +6,8%. Stabile il lunedì della Gazzetta dello Sport (+0,05%). Il resto del segmento editoriale, secondo le rilevazioni Ads del mese rispetto a dicembre 2018, hanno il segno negativo davanti e il calo è a doppia cifra in 9 casi su 20 selezionati. In particolare, il 2019 si chiude per i quotidiani lasciando complessivamente sul terreno 183,9 mila copie diffuse tra carta e digitale (-6,6%); a fine anno il dato totale è al di sotto dei 2,6 milioni di copie mentre il canale edicola si ferma sugli 1,86 milioni di copie, giù dell’8% (a valore assoluto pari a -162,8 copie).

Nel dettaglio, a dicembre scorso, contraggono Quotidiano nazionale Qn-Giorno (-17,7%), Giornale (-12,4%), Stampa (-11,9%), Quotidiano Nazionale Qn-Nazione (-11,1%), Fatto Quotidiano (-10,8%), Sole 24 Ore (-9,6%), Quotidiano nazionale Qn-Resto del Carlino (-9,4%), Repubblica (-8,3%), Messaggero (-5,6%) e infine il Corriere della Sera che riesce nuovamente ad arginare il rosso diffusionale (-3,1%). In ambito sportivo, Tuttosport è a -19,1% e a -10,8% con l’edizione del lunedì, il Corriere dello Sport-Stadio a -11,2% e a -3% al lunedì e infine la Gazzetta dello Sport a -5,9% in settimana.

La classifica a 10 fotografa una situazione delle diffusioni complessive carta+digitale ormai stabile con il Corriere della Sera arroccato costantemente al primo posto. Seconda Repubblica e terzo Quotidiano nazionale Qn (dorso sinergico di Giorno, Nazione e Resto del Carlino), che arriva sull’ultimo gradino del podio a distanza di oltre 4,6 mila copie, questo mese, dal quotidiano edito dal gruppo Gedi. Tra il quarto e il quinto posto la differenza di copie si riduce ulteriormente e tra il lunedì della Gazzetta dello Sport (4ª) e Sole 24 Ore (5°) ci sono questa volta meno di 1.600 copie. Chiudono la classifica la Gazzetta dello Sport in settimana, Stampa, Avvenire (8°), Messaggero e decimo il lunedì del Corriere dello Sport.

In edicola si conferma in aumento Verità, su del 14%, ItaliaOggi del 13,3%, Libero del 4% e Avvenire del 2,9%. Anche se poi i canali di vendita previsti dalla legge tendono abitualmente ad appesantire il deflusso di lettori, a dicembre c’è invece il caso di Repubblica che fa meglio del dato generale e si ferma a -7,5%. Seguono il trend generale in diminuzione Qn-Giorno (-19,7%), Fatto Quotidiano (-19,3%), Tuttosport (-17,8% e -10,4% al lunedì), Sole 24 Ore (-14,3%), Stampa (-13,5%), Giornale (-12,7%), Qn-Nazione (-12,3%), Qn-Resto del Carlino (-10,6%), Corriere dello Sport-Stadio (-9,2% e -1,6% col numero del lunedì), Messaggero (-8,1%), Gazzetta dello Sport (-8% e -1,2% al lunedì) e Corriere della Sera (contenendo le perdite anche in edicola, a -6,7%).

Nella top ten, dopo Corriere della Sera (primo), Qn (secondo) e il distacco tra i due sulle 8,7 mila copie a dicembre, il lunedì della Gazzetta dello Sport si riprende il terzo posto, facendo retrocedere di una posizione Repubblica (adesso quarta). Comunque, non è la prima volta che Gazzetta e Repubblica disputano per l’ultimo gradino del podio. Del resto, la differenza in termini di copie è pari a 4 mila. Dalla quinta postazione in giù, si trovano Gazzetta dello Sport in settimana, Stampa, lunedì del Corriere dello Sport-Stadio e Messaggero (ancora una volta ottavo). Arrivano dopo Corriere dello Sport-Stadio in settimana e, ultimo, il lunedì di Tuttosport. Anche la decima posizione è spesso contesa; succede tra Tuttosport e il Giornale, che però a dicembre è undicesimo.

Sul digitale, infine, sarà per politiche di prezzo sarà per via dei periodici rinnovi ma il segno positivo riesce a contagiare la metà delle testate (10 su 20 selezionate). Si spazia dal +52,9% della Verità al +26,5% di Avvenire, dal +23,1% di Libero al +22,9% della Gazzetta dello sport (e +23,3% al lunedì), dal +8,2% di ItaliaOggi al +4,3% del Corriere della Sera, dal +3,2% del Fatto Quotidiano al +2,6% del Messaggero, finendo col +2,3% del Giornale. Spostandosi in campo negativo, nell’ordine, compaiono Corriere dello Sport-Stadio (-43,9% e -41,1% con l’uscita del lunedì), Tuttosport (-31% e -30,6% al lunedì), Qn-Giorno (-8,4%), Qn-Nazione (-6,9%), Sole 24 Ore (-6,5%), Stampa (-4,8%), Repubblica (-4,5%) e Qn-Resto del Carlino sotto il punto percentuale (-0,8%).

Tutte variazioni, però, che non alterano il ranking finale vedendo sempre capofila il Sole 24 Ore, precedendo Corriere della Sera e Repubblica. Stampa (4ª), Avvenire, Fatto Quotidiano e il lunedì della Gazzetta dello Sport (7ª) occupano le posizioni centrali. Gli altri giorni della Gazzetta dello Sport, Messaggero e Gazzettino le ultime tre caselle.

Marco A. Capisani, ItaliaOggi

Share
Share